A celebration of British National Tea Day

0

 

Il tea celebrato a Londra: La storia del te  durante “A celebration of British National Tea Day”

Vi siete mai chiesti quale sia la bevanda più bevuta in Inghilterra? Parliamo del tè.
Questa bevanda arrivò in Inghilterra attorno al 1650 come rimedio medicinale. Era estremamente costoso per via del lungo viaggio di importazione. Nel giro di dieci anni divenne la bevanda di moda a corte: si prendeva verde, con o senza latte, in tazzine cinesi di porcellana bianca e blu senza manico. Divenne simbolo di uno status aristocratico.
La storia di questa bevanda affonda così le sue radici nella lontana Inghilterra ed è arrivata fino ai giorni d’oggi. E’ in questo periodo che divenne involontariamente un vero rimedio medicinale poiché, sostituendosi alla moda del gin e prevedendo la bollitura, contribuì a far bere alla popolazione acqua purificata. Il governo inglese vide nel tè un’ottima fonte di guadagno e lo tassò contribuendo alla nascita del commercio di tè di contrabbando e di tè falso. Ad inizio ‘800 gli inglesi smisero di importare tè dalla Cina dopo la scoperta della sua crescita spontanea anche in alcune zone dell’India, già loro colonia.

Ogni tazza di tè rappresenta un viaggio immaginario.
(Catherine Douzel)

La nascita delle bustine di té risale invece al 1826 per opera di un quaqquero che ebbe l’idea di vendere le foglie già dosate in piccole confezioni sigillate. Nel corso dei secoli si sono formati diversi rituali inglesi legati al tè a seconda dell’orario, della giornata o della stagione in cui veniva consumato. Oggi non vengono più eseguiti nelle loro forme tradizionali ma il tè resta comunque un momento importante di riposo e condivisione.

Se sei in viaggio in Inghilterra una delle esperienze che non puoi assolutamente perdere per capire a pieno la cultura inglese è quella del tè delle 5 (afternoon tea).
A Londra sono presenti innumerevoli tea rooms dove è possibile prender parte alla tradizione ogni giorno con innumerevoli varietà di tè tra le quali scegliere e accompagnati da dolcetti e finger food, e servite naturalmente nelle tipiche tazze di porcellana a fiori.
Nella tradizione britannica esistono due tipi di Afternoon Tea quello chiamato “Low tea” ovvero accompagnato da dolcetti e tartine, oppure quello noto come “High Tea” che viene accompagnato da un pasto vero e proprio che va a sostituire la cena.

Un bagno rinfresca il corpo, una tazza di tè lo spirito.
(Proverbio Giapponese)

La 7° Duchessa di Bedford, Anna, che all’epoca era amica stretta della Regina Vittoria, ogni giorno nel tardo pomeriggio avvertiva un forte senso di fame che le rendeva difficile attendere l’ora di cena. Per risolvere questo suo “disagio” la Duchessa chiese qualcosa di “leggero”, uno spuntino, per soddisfare la fame in attesa della cena, e così chiese ad un cameriere di servire tè e dolcetti poco prima delle 5. Questa esperienza fu così apprezzata dalla Duchessa che decise di ripeterla ogni giorno. Ben presto iniziò ad invitare amici e conoscenti ad unirsi a lei. Inizialmente questo rituale era dedicato alle classi più abbienti, e nel corso degli anni è stato perfezionato con l’introduzione di torte, panini, dolci assortiti etc.

Il tè è saggezza istantanea − basta aggiungere acqua!
(Astrid Alauda)

Nel 1900 la tradizione del tè delle 5 divenne un vero e proprio evento mondano tanto che per aderirvi le donne vestivano in modo elegante e sofisticato. Successivamente l’Afternoon Tea si è espanso in tutte le classi dando vita a numerosi negozi e sale da tè.

Ogni anno a Londra si festeggia il tè  anche con una festa danzante organizzata solitamente a St Katharine Docks; si tratta di una festa vintage in abiti e musica anni ’20-’50

Tea Dance at St Katharine Docks
A celebration of British National Tea Day.
St Katharine Docks, Tower Bridge Approach, St Katharine’s Way, Londra