A Londra apre la prima città europea gestista esclusivamente dagli under 14: KidZania

0

Ci sono i dottori, i poliziotti, i panettieri, gli chef, gli operai, i camerieri, i call center, gli imprenditori, i dipendenti e pure gli spazzini. E ci sono anche gli addetti al controllo passaporti perché, come ogni territorio che si rispetti, anche in questo non si può entrare senza permesso. E a concederlo possono essere solo ragazzini di massimo 14 anni, gli unici autorizzati a vivere a “KidZania” la prima città/noncittà europea totalmente gestita dai ragazzi pronta ad essere inaugurata alle porte di Londra, nella zona del centro Westfield.

Prima di tutto, per capire di cosa stiamo parlando, cancelliamo dalla mente il fatto che può essere paragonata a un parco giochi, perché non ha nulla a che vedere con montagne russe, trenini e zucchero filato. Qui i cittadini under 14 studiano, lavorano, guadagnano e spendono nel loro territorio che si estende su un’area di 75mila quadri per un investimento di 20 milioni di sterline (circa 25 milioni di euro). Non è una simulazione del mondo reale, è la preparazione al mondo reale. I bambini imparano a guidare un aereo (la British Arways ha già allestito un simulatore a grandezza reale), a portare le lettere, a cambiare le gomme all’auto, a diventare stilisti, camerieri, mastri cioccolatieri, paramedici.

All’ingresso nella prima loro giornata di vita a “KidZania” ricevono un assegno, lo cambiano in banca, coi contanti si comprano cibo e altro. Guadagnano a seconda del lavoro che fanno, i laureati guadagnano di più. Sono spinti a prendere le decisioni da soli, scelgono in totale autonomia cosa fare e come farla. L’unico ruolo dei genitori è quello di spettatori: possono andare sugli spalti a vedere una partita di calcio o fingersi passeggeri sull’aereo, ma niente di più. La città è quasi a grandezza naturale, con tanto di aeroporto, stazione di polizia, teatro, negozi, università, banca, pizzerie e ristoranti sushi, ha un proprio giornale e una propria moneta. E tutto viene prodotto, venduto e acquistato dai ragazzi per i ragazzi. Una sorta di ciclo chiuso. Più che una simulazione di città, sembrerebbe la concretizzazione di un mondo ideale, e potrebbe davvero esserlo se i piccoli cittadini riuscianno anche a tenere lontano dalla loro zona debiti e criminalità. Basterà non seguire le lezioni “fuoriconfini” di qualche adulto.

INFO: london.kidzania.com

Simulatore British Londra KidZania