Asilo a Londra

0

Asilo – costa davvero quanto un affitto?
I costi di childcare nella capitale sono alle stelle.

Vi siete mai domandati quanto costa crescere un figlio dalla nascita all’universitá? Secondo il CERB (Centre of Economic and Business Research) la cifra si aggira sulle 227.266 sterline. Visti costi proibitivi degli asili (una retta mensile si aggira sulle 1.300 sterline) dubito abbiano sbagliato i calcoli. A Londra non esiste l’equivalente della scuola materna statale, quindi un neo-genitore in procinto di rientrare al lavoro si trova quindi di fronte a tre scelte: asilo privato, nanny o childminder. Ma quali sono le principali differenze?
L’asilo è – di solito – aperto tutto l’anno. Gli orari, che variano da struttura a struttura, vanno dalle 7.30/8.00 alle 18:00/19:00. Pannolini e latte in polvere non sono necessariamente inclusi nella retta e i genitori potrebbero dovere versare un ulteriore contributo. Gli asili rappresentano un’ottima soluzione ma, purtroppo, non offrono flessibilitá di orario e possono escludere il bambino in caso di malattia.
Asili-a-LondraLa nanny è la figura professionale che spesso in Italia chiamiamo “baby-sitter” o “tata”: una persona che si occupa di un bambino presso l’abitazione della famiglia. Le mansioni della nanny ruotano esclusivamente attorno al pupo e non dovrebbero includere lavori domestici. Il salario, che varia in base all’esperienza e alle qualifiche, viene negoziato al netto ma la famiglia, in veste di datore di lavoro, dovrá attivarsi per il versamento dei contributi. La nanny avrá diritto a ferie e indennitá di malattia: anche questi costi saranno a carico della famiglia.
La childminder è un compromesso tra la nanny e l’asilo. Si tratta di una persona che accoglie i bambini nella propria abitazione e sceglie le proprie tariffe e i propri orari. Per diventare childminder non sono necessarie particolari qualfiche, basta frequentare un corso presso il council di appartenenza. I nominativi delle childminders della zona sono disponbili presso il FIS (Family Information Services) del proprio comune. Sará vostra cura contattarle per discutere prezzi ed orari. La childminder, come la nanny, avrá diritto a vacanze pagate che non saranno per forza prese in concomitanza con le vostre e seguirá più di un bambino contemporaneamente. Il governo ha pubblicato delle linee guida molto precise riguardo alle etá massime/minime del nucleo di bambini seguito dalla childminder. Dal punto di vista fiscale, la childminder è simile all’asilo: la tariffa concordata in partenza non comporta ulteriori costi.
Asili e childminders sono soggetti all’ispezione dell’OFSTED (Office for Standard in Education) e la relativa valutazione è visionabile online, quindi è possibile farsi un’idea del servizio offerto prima di visitare la struttura/abitazione.
Qualsiasi opzione scegliate, sará meglio muoversi per tempo. Asili e childminders tendono ad essere prenotati con un certo anticipo ed è prassi richiedere il versamento di una caparra non rimborsabile per aggiungere il bambino alla lista d’attesa.  ( art.by Samanta )
Per maggiori informazioni, venite a trovarci a www.mammealondra.com