Come utilizzare carta di credito e bancomat all’estero

0

Carta di credito o contanti, questo è il dilemma! Una guida pratica all’ utilizzo della carta di credo e del bancomat all’ estero per rendere il vostro viaggio più semplice e sicuro

Se ci si reca a Londra, per motivi lavorativi oppure per un soggiorno di piacere, ormai non è più necessario cambiare valuta prima della partenza, aumentando notevolmente il rischio di perdere centinaia di sterline in contanti e rovinarsi la permanenza. Come spiega dettagliatamente la guida sull’uso delle carte di credito e bancomat all’estero di Facile.it, infatti, utilizzare la propria carta di credito oltre confine è molto pratico e sicuro, sia nel caso in cui ne si usufruisca per il prelievo presso sportelli bancomat, sia in quello in cui si acquistino dei beni con il pagamento attraverso pos.

Per partire senza pensieri, è bene accertarsi a tempo debito che la propria carta sia abilitata a funzionare anche nei circuiti internazionali. Alcune carte, inoltre, possono essere abilitate ma solamente con delle limitazioni: per questo motivo, è molto importante verificare presso l’istituto bancario che ha rilasciato la carta quali sono le condizioni di funzionamento e se il paese di destinazione ne ammetta l’uso. Allo stesso modo, onde evitare brutte sorprese al ritorno da Londra, è fondamentale controllare anche quali siano i costi legati alle operazioni bancarie svolte all’estero. Fortunatamente, il Regno Unito rientra nell’Area Sepa (Single Euro Payments Area, nonché l’area unica di pagamenti in euro), ovvero quell’insieme di stati europei in cui vengono effettuati i pagamenti in euro e che, di conseguenza, solitamente non prevedono commissioni aggiuntive o comunque al di fuori dello standard nazionale per quanto riguarda i pagamenti che avvengono direttamente presso gli esercizi commerciali. Tutti coloro che necessitano di informazioni più dettagliate riguardo i pagamenti in euro e gli stati aderenti, possono consultare la sezione news e documentazione di Sepa, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime circolari ABI.

È tendenzialmente sconsigliato anche cambiare i contanti che si ha con sé all’aeroporto: l’acquisto in valuta locale, infatti, permette di accedere a dei tassi di cambio più vantaggiosi rispetto a quelli aeroportuali. Di conseguenza, risulta sempre molto più conveniente acquistare tramite carta di credito e carta di debito oppure, in alternativa, prelevare denaro contante direttamente una volta arrivati nella city di Londra.

Per quanto riguarda il prelievo presso sportelli Bancomat (denominati con la sigla ATMAutomated Teller Machine in inglese), le commissioni applicate, spesso legate ai cambi di valuta, possono variare notevolmente da banca a banca e solitamente si aggirano in media intorno al 2% per le carte di debito e, poco più alte, intorno al 4% per le carte di cre

dito. In una città enorme come Londra è importante conoscere sempre dove si trovi lo sportello bancario più vicino: per evitare di rimanere senza contanti in caso di necessità esistono, infatti, numerosi metodi semplici e sicuri per verificare la posizione della filiale più vicina, come il servizio di ATM Finder proposto da Simple, dove basta inserire l’indirizzo relativo alla propria posizione per trovare tutti gli sportelli della zona.

Un ultimo fondamentale problema che è bene sapere come approcciare quando si soggiorna a Londra per qualche giorno è la possibilità di furto, smarrimento o clonazione della propria carta: per essere preparati a queste evenienze, è importante annotarsi prima della partenza tutti i numeri di servizio delle carte e contattare la propria banca che provvederà alla disattivazione della stessa, per poi godersi a pieno la permanenza in terra inglese.