Da Londra a Farnborough un viaggio nello spazio

0

Farnborough Airshow 2014 la vetrina dell’industria aerospaziale.

La grande kermesse commerciale è finita. Da oggi Farnborough Airshow apre le porte al pubblico di appassionati provenienti da tutta Europa.

Lo spazio senza confini è il protagonista di questo evento che ha luogo ogni due anni nell’aerodromo di Farnborough, una mezzora di treno da Londra. Dagli aeromobili commerciali a quelli da guerra, alle navicelle spaziali, una giornata all’airshow è un viaggio nel passato, nel presente, ma soprattutto nel futuro.

Cominciamo da alcune cifre. Nei cinque giorni appena passati il fatturato raggiunto è stato di $201 bilioni tra prodotti dell’industria aerospaziale e dell’indotto. Ciò significa che le compagnie avranno parecchi ordini da consegnare nei prossimi anni e sappiamo cosa significhi per l’economia mondiale in recesso, questa boccata d’ossigeno, almeno in un settore.

La ragione del successo va anche agli organizzatori dell’evento che hanno raccolto oltre 300 aziende partecipanti e 77 delegazioni militari provenienti da 59 nazioni e, per il settore civile colossi come l’italiana Finmeccanica e la multinazionale europea Airbus che è anche sponsor della manifestazione.

Oltre all’aspetto commerciale, è rilevante l’interesse scientifico dei progetti delle agenzie aerospaziali. Dalle affascinanti missioni dell’ESA raccontate dall’astronauta Tim Peake ai training per piloti esperti o aspiranti, l’airshow di Farnborough è la porta d’ingresso per un universo di conoscenza e di possibilità, per migliorare il nostro futuro attraverso la ricerca e l’applicazione delle scoperte nella vita di tutti i giorni.

E fin qui le considerazioni e le osservazioni serie.

Farnborough Airshow

L’Airshow, però, è anche un’esperienza divertente per adulti e bambini; l’occasione per passare un’intera giornata all’aria aperta o impegnati in mille attività proposte per coinvolgere tutti nell’apprendimento e nella comprensione dello spazio e della sua diretta connessione con quello che succede sul nostro pianeta.

Varcando i cancelli dell’aerodromo di Farnborough si viene assaliti da un brivido di eccitazione e sconforto allo stesso tempo: una distesa di velivoli e capannoni,  anche a più livelli, occupano una sezione ampia e profonda come una pista d’atterraggio. Non basta l’intera settimana per visitare approfonditamente tutti i padiglioni, partecipare a meeting e incontri ogni giorno in programma e soprattutto assistere alle esibizioni dei velivoli che volteggiano per 5 ore nei cieli della cittadina dell’Hampshire.

C’è chi ha fatto una scelta. Attrezzati con binocoli e teleobiettivi, sedie, ombrelli, stuoie e cesti da picnic; molti spettatori hanno occupato le migliori posizioni a bordo pista per assistere al passaggio e alle evoluzioni degli aerei. L’atmosfera è quella delle scampagnate, ma lo spettacolo offerto dagli esperti piloti è unico ed emozionante.

Farnborough Airshow

Restare ad ammirare a bocca aperte le figure disegnate nel cielo dalle Red Arrows,  i cui passaggi radenti saturano con il  rombo ogni singola fibra dello spettatore,  è un’emozione che si prova a descrivere, ma che si può esprimere solo con una  lacrima di commozione per il sincronismo e l’esecuzione perfetta di questi superpiloti.

Come fare a resistere dal salire su un caccia o un elicottero da combattimento? La sezione militare degli USA con diversi aerei da guerra e un elicottero Sikorsky Black Hawk in display dove provare l’emozione di sedere nella cabina di pilotaggio, è un’attrazione e un’occasione da non lasciarsi sfuggire.

Come da non perdere è una prova al simulatore di volo nel padiglione della Finmeccanica.

Perdersi tra le tecnologie dei radar, dei satelliti per il meteo, i propulsori dei razzi e le sonde aerospaziali… un mondo affascinante prodotto dall’intelligenza umana toccata dalla scintilla divina.

Farnborough Airshow

Come arrivare a Farnborough da Londra:

treni dalla stazione di Waterloo; a Farnborough navette gratuite da/per l’Airshow.

Consigli pratici: indossare abiti leggeri e scarpe comode; munirsi di cappello a falde larghe, occhiali da sole e creme solari protettive; portare una stuoia o un telo per sdraiarsi sull’erba.

Portare il pranzo al sacco e le bibite da casa, potrebbe essere una buona idea. Nonostante i numerosi punti di ristoro, il cibo offerto è piuttosto ordinario e molto costoso. Il ristorante SkyView offre un set menù da 3 portate e mezza bottiglia di vino a £70. Eventualmente, fuori dal recinto dell’Airshow, il pub The Swan  ha WIFI ambiente accogliente e cibo discreto. Approfitta dell’evento per vendere i posti in giardino, dal quale si gode un bella vista sull’aerodromo.
Da non perdere: uscendo dal Gate B, a sinistra, proseguite per un centinaio di metri fino a trovarvi in direzione del margine della pista. I caccia in fase di atterraggio vi passeranno letteralmente sopra la testa.

Galleria fotografica Farnborough Airshow 2014 (Clicca sulle foto)

Video: un Cuore nel cielo di Farnborough, da vedere…


 

 
Antonella Sciortino Antonella Sciortino