David Breuer a Londra

0

David Breuer: Un uomo dalle mille anime

David Breuer-Weil nasce a Londra nel 1965 e continua oggi a vivere e lavorare nel nord di Londra. La sua formazione universitaria sarà per lui fonte di ispirazione per i suoi tanti progetti e l’attaccamento alla sua patria, lo renderanno un vero è proprio patriota. Se David Breuer è sconosciuto in Italia qui in Inghilterra è considerato un vero genio. Un artista sensibile e capace di esplorare attraverso il suo lavoro, temi originali e unici con uno sguardo verso la sua e la nostra esistenza. Studia alla scuola Central Saint Martin of Art e Clare College, Università di Cambridge ed è  proprio grazie a quel periodo storico e ai suoi amici artisti, che si svilupperanno in lui, i temi del futuro. Temi che sono presenti nelle sue opere, con un unico filo conduttore. Sotterraneo, David-Breuerlabirintico, colori e luci sono gli ingredienti di una famosa mostra, unica del suo genere tenutasi nel 2013 e che ha distanza di anni, rivive ancora. Molti sono i temi di cui l’autore ama parlare come ad esempio: L’umanità. David predilige molto il tema dell’acqua che viene spesso ripreso nei suoi quadri, e così, creare un evento nei sotterranei della stazione di Waterloo è sembrato una mossa vincente, soprattutto per il significato che la parola Water porta con sé, cioè Acqua. Progetto 4” è stata una mostra di arte contemporanea che si è tenuta a marzo del 2013 nei sotterranei sotto la stazione di Waterloo a Londra.

L’autore è famoso per le sue opere di grandi dimensioni denominate “Progetti”. ‘Il Progetto1  si è tenuto nel 2001 alla Roundhouse di Camden, il Progetto2 si è tenuto presso la Torre Bargehouse OXO nel 2003, il Progetto3 si è svolto in collaborazione con il Ben Uri Gallery nel 2007. Ultimo è il Progetto4. E’ la più grande esposizione del suo lavoro fino ad oggi, con oltre 50 delle sue tele di grandi dimensioni in una collezione di 130 opere. Il genio di David Breuer “si trova nelle piccole cose” e Progetto4 rappresenta una nuova enfasi sull’ ambivalenza e il paradossale. Una delle sue opere, forse la più suggestiva chiamata  “Emergenza” è  installata in Hanover Square a Londra. La scultura rappDavid-Breuerresenta uno stato d’animo forte. L’evasione. Istallata in un parco vicino ad una zona piena di uffici, poiché come afferma lo stesso autore, rappresenta “il luogo di rifugio dalla vita lavorativa”. Nel parco l’uomo che fuoriesce dal terreno non è altro che il simbolo della fuga dalla tensione lavorativa giornaliera.

Temi presenti nelle sue opere evidenziano il debito che l’essere umano ha nei confronti della terra, come i problemi legati alla scarsità dell’acqua, ( l’immagine dei rubinetti dai quali scorre l’acqua su terreni aridi nelle sue opere ), all’inquinamento e all’utilizzo di troppe materie prime.

Nelle sue tele l’autore decontestualizza idee e pensieri, affida il suo pennello al dolore e alla cruda realtà della vita, mette in scena la realtà. Vi è sicuramente un collegamento ai concetti di Edvard Munch. L’occhio della realtà infatti è lo stesso. “ Il suo pitto-segno, non cerca una definizione naturalistica della realtà, piuttosto ne David-Breuer2ricerca le dinamiche interiori che in una continua espansione, determinano quello che poi ne costituisce l’essenza – L’arte al nuovo 2009”.

La lucidità è l’atro tema presente nei quadri, come la meditazione alla vita e di come spinga l’essere umano a svegliarsi dalla realtà, che lui stesso sta distruggendo. L’attualità nelle idee di patria, l’attaccamento al territorio e le mille domande collegate alle visioni drammatiche dei quadri rappresentano quasi messaggi profetici che diventando così un testamento alla città che l’ha ispirato.

L’autore esorta l’essere umano attraverso un cammino spirituale come se fossimo all’interno di un labirinto. La tenacia con cui si è usciti dal labirinto scaturisce in noi un senso di libertà quasi a dover gridare “ sono libero, sono uscito”. E tu sei pronto a ritrovare la tua anima alla fine del tunnel? David Breuer sul tema dell’evasione dei corpi che fuoriescono dal terreno: “Progetto 4 è un viaggio personale. Sono uscito dall’oscurità per vedere la luce, molti di questi lavori sono aspirazioni che spingono me a trovare la luce”.David-Beuer-3

Simone Palermo  29/06/15