Harry Potter e la Camera dei Segreti

0

Harry Potter e la Camera dei Segreti: il ricordo di Voldemort mette in pericolo il mondo magico

Harry è di nuovo a Privet drive, ancora vessato dagli zii, indispettiti dalla sua decisione di proseguire il cammino per diventare un mago. Durante una cena importante per il capofamiglia, lo zio Vernon Dursley, Harry entra per la prima volta in contatto con un elfo domestico, Dobby, che lo mette in guardia dal tornare ad Hogwarts per l’inizio del nuovo anno scolastico, preannunciando “un pericolo mortale”; Harry tuttavia, non vuole credergli, perciò Dobby si vede costretto ad agire, praticando della magia in casa Dursley, magia che verrà intercettata dal Ministero della Harry-Potter-e-la-camera-dei-segreti-filmMagia come proveniente dalla casa di un mago minorenne (Harry Potter, per l’appunto) e che farà arrivare, ovviamente via gufo, un’ammonizione in cui si ricorda ad Harry che la magia non deve essere praticata fuori da Hogwarts fino ai 17 anni, a maggior ragione di fronte ai Babbani. Questo avvenimento porterà Vernon a rinchiudere Harry, sbarrando ogni uscita della sua camera, per costringerlo a praticare la magia per liberarsi e innescare così egli stesso il processo di espulsione dalla scuola di magia.
Ma gli amici di Harry, si sa, sentono l’odore dei guai, ed è così che poche notti dopo, Ron, Fred e George Weasley liberano Harry dalla sua prigionia, forzando le sbarre alle finestre e portandolo via con Edwige e il suo baule, a bordo di una vecchia Ford Anglia volante, resa magica da Arthur Weasley, affascinato da sempre dal mondo dei Babbani.
Harry Potter passerà così il resto dell’estate alla Tana, la piccola ma accogliente dimora Weasley. Tutti, compresa la piccola Ginny ed Harry stesso, riceveranno lì le lettere di convocazione ad Hogwarts.
Pochi giorni dopo, tutta la famiglia si recherà a Diagon Alley per acquistare tutto l’occorrente per il nuovo anno scolastico. Al Ghirigoro, la libreria in cui è possibile trovare ogni testo magico, faranno la conoscenza del nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure: Gilderoy Lockhart, pomposo e vanitosissimo uomo che vanta numerosi premi ottenuti chissà come. Dopo le presentazioni di rito, uscendo, il gruppo incontra Draco e Lucius Malfoy, con cui avranno un accesissimo scontro, terminato solo grazie alla mole del guardiacaccia Hagrid.
Arriva il primo settembre e…la barriera per il binario 9 e 3/4 non lascia passare Harry e Ron, che pensano di poter arrivare ad Hogwarts, da soli, a bordo della macchina volante.
Dopo essere stati visti da molti babbani ed essere atterrati sul Salice Schiaffeggiante (Platano Picchiatore nella vecchia traduzione) i due rischiano, ancora una volta l’espulsione dalla scuola. Sarà una severissima ed austera Minerva McGonagall a consentirgli la permanenza a scuola.
Ben presto ad Hogwarts iniziano a verificarsi fatti inquietanti.harry-potter-e-la-camera-dei-segreti
Una sera Harry Potter, in compagnia di Hermione e Ron, sente una voce che gli altri due non riescono a udire, e seguendola per capirne la provenienza, trova Mrs Norris, la gatta di Argus Filch, pietrificata. Sul muro, la scritta “La camera dei segreti è stata aperta, temete, nemici dell’erede”.
Si scopre nei giorni seguenti, dai racconti dei professori, che tutto iniziò quando la scuola di Hogwarts venne fondata da quattro maghi: Godric Grifondoro,Salazar Serpeverde,Tosca Tassofrasso e Corinna Corvonero. All’inizio tutto andava bene, ma Salazar Serpeverde,non voleva ammettere ad Hogwarts i figli di Babbani, ritenendoli inferiori. Perciò lasciò la scuola, ma prima di andarsene costruì la Camera dei Segreti, una stanza apribile solo dal suo vero erede, nella quale si celava un’orrenda creatura che avrebbe eliminato da Hogwarts i mezzosangue.
La voce corre tra gli alunni, che iniziano a chiedersi chi possa essere l’erede di Serpeverde. Harry, Ron e Hermione sospettano di Draco e per carpire informazioni decidono di usare la pozione Polisucco (che consente di assumere momentaneamente l’aspetto di un’altra persona) che è però, di lunga e difficile preparazione, e per la quale occorrerà almeno un mese.
Nel frattempo, durante la prima partita di Quidditch Harry viene ferito da un bolide. Costretto in infermeria, Harry riceve un’altra visita di Dobby, che ammette di aver stregato il bolide e bloccato il passaggio per il binario 9 ¾, ma giura di averlo fatto solo per salvargli la vita.
la-cameradeisegreti-harryPotterQuella stessa notte uno studente del primo anno, viene trovato pietrificato. Tutta Hogwarts è preoccupata, pertanto Allock decide di fondare il “club dei duellanti” per insegnare agli studenti a difendersi. Durante il primo incontro Draco,che deve sfidare Harry, fa apparire un serpente che sembra voler attaccare un altro studente, così Harry, per impedirglielo, senza rendersene conto gli parla in serpentese. Si apprende così che Harry Potter è Rettilofono, segno infausto poiché questa rara abilità era appartenuta anche a Salazar Serpeverde ed è considerata manifestazione di magia oscura: molti si convincono perciò che sia proprio lui l’erede e iniziano ad evitarlo.
Nel frattempo, lo stesso studente a cui Harry aveva evitato l’attacco del serpente e un fantasma, vengono trovati anch’essi pietrificati.
Durante le vacanze di Natale, Hermione finisce di preparare la pozione Polisucco, pertanto Harry e Ron si intrufolano nella sala comune dei Serpeverde assumendo le sembianze di Goyle e Crabbe per tentare di sapere qualcosa da Malfoy. Tuttavia, nemmeno lui ha idea di chi sia l’erede di Serpeverde. L’unica inormazione utile che il padre ha rivelato a Draco è che cinquant’anni prima la Camera dei Segreti era stata aperta, ed era morta una studentessa. Qualche giorno dopo, Harry e Ron trovano un diario, appartenuto a Tom Orvoloson Riddle, uno studente di Hogwarts. Sul diario non c’è scritto nulla, ma per Harry diventa il mezzo attraverso cui comunicare con Riddle, che accetta di mostrargli cosa sia successo 50 anni prima. Catapultato nel passato,invisibile a chi è intorno a lui, Harry scopre che l’allora tredicenne Hagrid, era stato accusato di aver aperto la Camera dei Segreti e fatto uscire il mostro che vi era rinchiuso, il quale aveva ucciso una studentessa.Harry-e-la-camera-dei-segreti
Pochi giorni dopo ad Hogwarts si verifica l’ennesimo attacco: il prefetto di Corvonero Penelope Light e la stessa Hermione vengono trovate pietrificate, mentre il diario di Riddle viene rubato dalla camera di Harry. Così,mentre Harry e Ron decidono che è giunto il momento di andare a parlare con Hagrid, egli viene arrestato dal Ministro della Magia Cornelius Fudge e condotto ad Azkaban, con l’accusa di aver nuovamente aperto la Camera dei Segreti. Il Professor Silente, intanto, su pressione di Lucius Malfoy, viene sospeso dalla carica. Prima di essere portato via, Hagrid riesce a lasciare a Harry e Ron un misterioso indizio, “seguite i ragni”. Perciò Harry e un terrorizzato Ron seguono i ragni fin dentro la Foresta Proibita, dove conoscono l’enorme acromantula Aragog. Apprendono così che in realtà non era lui il mostro uscito dalla Camera dei Segreti bensì un animale che i ragni stessi temono. Tornati al castello, i due amici scoprono che Hermione, sapeva quale fosse il mostro:un Basilisco, che Harry poteva sentire (e capire) poiché Rettilofono. Per una fortunata serie di coincidenze, il mostro non è riuscito ad uccidere con il suo sguardo, ma solo a pietrificare col suo riflesso.
Ginny Weasley, sorella minore di Ron, scompare e sul muro viene trovata una scritta che dice che il suo cadavere giacerà per sempre nella Camera dei Segreti. Harry e Ron decidono di andare a cercare il professor Lockhart per offrirgli aiuto, visto che ha dichiarato di voler affrontare il mostro. Messo alle strette, il professore è obbligato ad ammettere la verità: egli è un megalomane, non ha realizzato nessuna delle eroiche gesta di cui si vanta, e lanciando incantesimi di memoria sui maghi e sulle streghe che erano i veri artefici delle imprese, ne ha preso il merito senza il rischio di essere scoperto. Harry e Ron, furenti, lo disarmano costringendolo a scendere con loro nella Camera dei Segreti, che Harry riesce ad aprire parlando in serpentese. Una volta entrati nella Camera, però, Lockhart riesce ad impossessarsi della bacchetta di Ron che essendosi rotta tra i rami del Salice Schiaffeggiante al loro arrivo ad Hogwarts respinge l’incantesimo di memoria contro il professore, facendogli perdere la memoria per sempre. harry-potter-la-camera-dei-segreti-filmL’incantesimo provoca anche un’esplosione che fa crollare una parete, separando Ron da Harry, che è così costretto a proseguire da solo. Arrivato nella Camera dei Segreti, Harry trova Ginny incosciente, e accanto a lei il fantasma-ricordo del giovane Tom Riddle, uscito dal diario. Il mistero viene finalmente svelato: Tom Orvoloson Riddle è in realtà Lord Voldemort, l’erede di Salazar Serpeverde, che aveva aperto la Camera cinquant’anni prima, e l’aveva aperta di nuovo agendo tramite Ginny.
Ad un certo punto però Ginny aveva capito che c’era qualcosa di diabolico nel diario e aveva tentato di disfarsene, ed era stato allora che Harry l’aveva trovato. Quando la ragazzina si era accorta che ce l’aveva lui, allarmata dalle possibili conseguenze glielo aveva ripreso, e allora Riddle l’aveva indotta a raggiungerlo nella Camera dei Segreti, lasciando un messaggio per attirarvi Harry. Ginny sta per spirare, mentre Riddle è deciso a uccidere Harry Potter, quindi lo fa attaccare dal Basilisco. Quando tutto sembra ormai perduto, arriva in aiuto Fawkes, la Fenice del professor Silente, che, con il potente becco, acceca il Basilisco e porta ad Harry la Spada di Grifondoro, con la quale Harry, riesce ad ucciderlo. Poiché un dente del Basilisco gli si è conficcato nel braccio Harry rischia di morire, ma Fawkes piange sulla ferita e le sue lacrime curative tolgono subito tutto il veleno. Usando la zanna velenosa del mostro, Harry Potter distrugge il diario, salvando Ginny ed impedendo il ritorno di Voldemort.
Nell’ufficio del preside, Harry intuisce che è stato Lucius Malfoy a far trovare il diario a Ginny, lasciandolo scivolare nel suo calderone a Diagon Alley e che Dobby è l’elfo domestico di casa Malfoy e liberandolo dalla sua prigionia, lo rende libero (attraverso un calzino).
L’anno scolastico termina con la guarigione di tutti i pietrificati e il ritorno a scuola del Preside e di Hagrid, finalmente riabilitato agli occhi della comunità magica.
Si conclude qui, per questa volta, il magico viaggio intrapreso tra le pagine scritte da JK Rowling, vi diamo appuntamento al prossimo libro: Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban!

by Valeria Summo