Il mese del documentario approda a Londra: cinque lavori per emozionarsi

0

Il Mese del Documentario approda a Londra, una delle tredici capitali Europee, insieme ad altre otto italiane, scelte dall’organizzazione per dare vita ad un tour dedicato al grande schermo e, soprattutto, al cinema d’autore. La location in terra inglese sarà la sala proiezioni dell’Istituto Italiano di Cultura che da stasera (martedì 28 gennaio) dalle ore 6.30 e per cinque settimane alternandosi tra il martedì e il giovedì, proporrà una serie di docu-film ad ingresso gratuito. Alla sua seconda edizione, la kermesse presenta documentari realizzati nel 2012 e 2013 per i due concorsi, italiano e internazionale, Doc/It Professional Awards e Doc.International.

A dare il via alle danze sarà “Il gemello” di Vincenzo Marra: un giovane carcerato napoletano è al centro del film presentato alle Giornate degli Autori del Festival di Venezia 2012, già premiato proprio al Festival di Venezia con la sua opera prima “Tornando a casa”.

Martedì 4 febbraio sarà la volta di “Materia oscura” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti: ha esordito in anteprima mondiale al Festival di Berlino e girato sul poligono sperimentale nel sud-est della Sardegna che da anni inquina il territorio. I registi, al loro terzo lungometraggio, sono già stati finalisti al Doc/it Professional Award 2011 con il film “Il castello”.

“Materia oscura” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti

“Materia oscura” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti

Giovedì 6 febbraio andrà in scena “Tutto parla di te” di Alina Marazzi: narra le vicende di Pauline (Charlotte Rampling) che torna a Torino – sua città natale – per la prima volta dopo molti anni e riprende contatto con Angela (Maria Grazia Mandruzzato), conosciuta all’estero tempo prima, e che ora dirige un Centro per la maternità. Qui Pauline intraprende una ricerca sulle esperienze e i problemi delle mamme di oggi, a partire da testimonianze, video, fotografie raccolti da Angela.

Giovedì 13 febbraio sarà la volta del vincitore del Torino Film Festival “Noi non siamo come James Bond” di Mario Balsamo: come superare un tumore attraverso l’amicizia e… James Bond.

Noi non siamo come James Bond” di Mario Balsamo

Noi non siamo come James Bond” di Mario Balsamo

Martedì 18 febbraio sarà la volta di un inedito lavoro che porta sul grande schermo una vita trascorsa al teatro: “Emma Dante Sud Costa Occidentale” di Clarissa Cappellani; una vertiginosa carrellata sulla carriera della regista palermitana, corredata dagli interventi di Gabriele Vacis, Rodolfo Di Giammarco ed alcuni attori della compagnia, ed impreziosita da alcune esclusive immagini di repertorio che vedono una giovanissima Emma Dante alle prese con le primissime e sconosciute creazioni della “Sud Costa Occidentale”.

Si chiude il martedì 25 febbraio con “Rossella Falk: gli occhi più occhi di così” di Fabio Poggiali: ritratto ravvicinato di Rossella Falk (1926-2013), fondatrice e protagonista della più importante compagnia teatrale italiana dal dopoguerra a oggi, “La Compagnia dei Giovani”, che per venti anni rappresentò nel mondo il nostro Paese. L’attrice romana è stata diretta dai più prestigiosi registi italiani, tra i quali Luchino Visconti e Federico Fellini in 8½.

INFO: http://www.icilondon.esteri.it

Alessandro Allocca – http://www.alessandroallocca.com/