Influx: la voce degli italiani, pre e post Brexit

0

Un progetto molto atteso, che viene presentato in un momento quanto mai delicato per la storia dell’Inghilterra. E soprattutto degli italiani che vivono qui. Parliamo di Influx, il documentario firmato dal regista Luca Vullo (nella foto in alto) che racconta la comunità italiana a Londra attraverso le voci dei suoi protagonisti.

Dopo due anni di lavoro, tra interviste e montaggio, ora giunge il momento della presentazione ufficiale con due appuntamenti che si terranno proprio nella capitale inglese: il primo giovedi prossimo 22 giugno alle ore 19 presso il Genesis Cinema, l’altro domenica 27 al Regent Street Cinema.

Luca Vullo e parte del suo team durante le riprese del docu-film

La curiosità è molta, soprattutto per quanto emergerà al termine delle singole proiezioni in occasione dei rispettivi dibattiti tra regista e ospiti speciali. Dibattiti che, come si può immaginare, avverranno proprio a cavallo del referendum sulla Brexit attraverso il quale gli inglesi decideranno se rimanere o uscire dall’Europa. Calcolando che la chiamata alle urne ci sarà giovedi 23, diventa ovvio che la proiezione di “Influx” del giorno prima servirà a tutti per fare il punto della situazione in base al feeling che il popolo italiano residente a Londra ha su questo particolare momento storico. La successiva proiezione/dibattito del 27 sarà fondamentale per tirare le somme in considerazione del fatto che il risultato del referendum sarà ormai chiaro a tutti.

Al “Genesis” insieme al regista Vullo parteciperanno la giornalista e regista Annalisa Piras, il professor Charles Burdett dell’Università di Bristol, e la regista e produttrice Luisa Pretolani. Mentre al “Regent“, “Influx” sarà prima preceduto dalla proiezione del breve documentario “Arrivederci Clerkenwell” della regista e produttrice Nicola Gallani sullo storico quartiere italiano di Londra. E poi Gallani sarà presente per il dibattito a seguire con Luca Vullo dedicato a vecchia e nuova immigrazione italiana e moderato dalla regista e produttrice Luisa Pretola.

“Influx” come anticipato raccoglie le storie di decine di italiani che si sono trasferiti a Londra per i motivi più diversi e con esiti altrettanto eterogenei. Si tratta di un documentario corale, una sorta di autoanalisi collettiva che fa emergere quali sono le spinte che hanno portato e portano tanti connazionali a lasciare il proprio Paese alla volta del Regno Unito, le strategie adottate (più spesso, la mancanza di un piano vero e proprio), i sentimenti che attraversano le varie fasi di questo passaggio, dalla partenza, all’incontro/scontro con il nuovo, all’adattamento (o meno) e l’eventuale costruzione di una propria dimensione.

Per informazioni e prenotazioni dei biglietti al Genesis cliccare qui per il Regent qui. Da sottolineare che compreso nel biglietto al termine della proiezione di mercoledi ci sarà un rinfresco a base di prodotti made in Italy, con la focaccia ligure di Donna Fügassa, le specialità di ViTa Italian Food Home Delivery, le birre di Peroni Nastro Azzurro e il vino offerto dal Consolato Generale d’Italia a Londra, e al termine di quella di domenica un rinfresco con lo street food di EtnacoffeePer conoscere di più su Influx cliccare qui