L`Abbey Road Studios di Londra,il tempio della musica apre le porte al pubblico solo per 6 giorni

0

Non solo attraversare da sinistra a destra le celebri strisce pedonali per la foto ricordo di rito, come fecero i Fab Four nella cover dell’album che prende il nome della strada, trasformando di fatto la stessa in un vero e proprio status symbol. Ma anche varcare la soglia di quelli che per tutti, da sempre, sono considerati un tempio sacro della musica mondiale: The Abbey Road Studios. Ossia gli studi dove vennero alla luce alcuni dei brani indimenticabili firmati da gruppi e artisti del calibro di The Beatles, Pink Floyd, Kate Bush, Elton John, Oasis tanto per nominare alcuni tra i più noti, comprese alcune delle più celebri star della musica contemporanea, quale Adele.

L’occasione è data dall’evento “The Sound of Abbey Road Studios” che si terrà per appena 12 appuntamenti, due a giornata nelle date del 25, 26 e 27 aprile e 2, 3 e 4 maggio. Sarà un’occasione unica (e forse anche non alla portata di tutti, dato che il biglietto d’ingresso costa 85 sterline) per entrare nelle stanze che hanno visto protagonisti John Lennon, Paul McCartney, Ringo Starr e George Harrison, e dove sono nati indimenticabili album come “Wish You Were Here” e “The Dark Side of the Moon”.

Abbey Road Studios

A fare gli onori di casa sarà l’ingegnere del suono Ken Scott che con Brian Kehew e Kevin Ryan, autori di alcuni dei più acclamati libri dedicati alla storia musicale, accompagneranno il pubblico nella storia degli Abbey Road Studios e nel loro mondo fatto di strumenti musicali, campionatori, mixer e altre apparecchiature per la registrazione in presa diretta e relativa post produzione. Un viaggio nel tempo che ripercorrerà gli oltre 80 anni di storia degli Studios da quando aprirono nel 1931 fino ai giorni nostri, esplorando così anche l’evoluzione del settore, osservando da vicino quelle che ad oggi possono essere definite apparecchiature vintage, ma pionierie quando entrarono nelle stanze degli Studios, fino alle più recenti evoluzioni in ambito tecnologico-musicale.

Non sarà però una semplice visita, dato che ci sarà la possibilità di prendere parte alle dimostrazioni dal vivo nel celebre Studio Due dove proprio alcune delle icone della storia mondiale registrarono i loro maggiori successi, attraverso storie ed aneddoti raccontati da chi li ha vissuti in prima persona, ossia l’ingegnere Ken Scott, il quale proprio negli Abbey Road Studios ha lavorato al fianco dei Pink Floyd, Jeff Beck, Rolling Stones, David Bowie, Lou Reed e molti altri ancora, compresi The Beatles.

INFO: http://www.seetickets.com/tour/the-sound-of-abbey-road-studios/