“Le cose belle ” a Londra con CinemaItaliaUk

0

Doppio apuntamento ad agosto con le produzioni cinematografiche italiane proiettate a Londra presso il Genesis grazie alle rassegna di CinemaItaliaUk. Domenica prossima, 9 agosto, per la sezione documentari sarà la volta di “Le Cose Belle” di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno. Dopo il film è previsto un dibattito alla presenza di Ferrente, moderato dalla regista e produttrice Luisa Pretolani, seguito da un rinfresco con focaccia italiana offerta da Donna Fugassa. Mentre domenica 30 agosto la la sezione “fiction film” verà presentato “Se Chiudo Gli Occhi Non Sono Più Qui” di Vittorio Moroni.

Tra i premi ricevuti, “Le Cose Belle” (nella foto in alto una scena) ha vinto il Premio Cariddi al Taormina Film Festival 2014, un riconoscimento speciale ai Nastri D’Argento 2014, è stato il “Miglior Documentario Italiano 2013” al premio DOC/IT ed ha vinto il Salina DocFest nel 2012. Il documentario racconta la fatica e la bellezza di crescere al Sud Italia. La vera storia di Adele, Enzo, Fabio e Silvana, raccontata in due momenti fondamentali delle loro esistenze: la prima giovinezza nella Napoli del 1999 piena di speranze, e l’inizio dell’età adulta nella Napoli “paralizzata” di oggi.

In molti vedendo il nostro film – dice Agostino Ferrente – hanno la sensazione che la domanda di fondo che ci facciamo è se i nostri protagonisti siano riusciti o meno a realizzare i loro sogni di quand’erano ragazzi. In realtà la vera domanda è un’altra, e cioè se a questi i ragazzi è stato garantito o meno il diritto a sognare. Come sappiamo questo diritto che dovrebbe appartenere a tutti gli esseri umani è troppo spesso negato a quanti nascono in ambienti disagiati. E questa realtà non riguarda certo solo il meridione italiano, ma tutto mondo, compreso naturalmente Londra”.

Mentre il lungometraggio “Se chiudo gli occhi non sono più qui” parla di gioventù, immigrazione, amicizia e scuola in Italia. Vittorio Moroni ha vinto due volte il premio Solinas (il riconoscimento più importante per gli sceneggiatori italiani) di cui una per questo film.

Kiko (Mark Manaloto), sedici anni, ha perso il padre italiano in un incidente e vive con la madre filippina Marilou e il suo nuovo compagno Ennio (Giuseppe Fiorello), un caporale che sfrutta immigrati clandestini in cantieri edili. Ogni giorno dopo scuola Kiko è costretto a lavorare per Ennio. Sente di vivere nel pianeta sbagliato. C’è un solo posto dove è possibile sognare: un vecchio autobus abbandonato che il ragazzo ha trasformato nel suo rifugio.

L’incontro con Ettore (Giorgio Colangeli), un vecchio amico del padre che si offre di aiutarlo negli studi, cambierà il suo destino. Quell’uomo, però, nasconde un segreto.

Mi pare ci sia un’anima dickensiana in questo film – dice Vittorio Moroni – che guarda all’adolescenza con immedesimata apprensione. In tutta Europa in questi anni si avverte un pericolo grave: che la generazione oggi adolescente si trovi davanti un orizzonte chiuso, schiacciato dalla precarietà e dalla necessità di diventare al più presto produttivi. La libertà di scoprire chi sono, cosa desidero profondamente, cosa è davvero decisivo per la mia esistenza rischia di essere un lusso impossibile per molti giovani nati in un’ Europa che si è scoperta all’improvviso incapace di garantire diritti che i propri cittadini hanno conquistato in questo secolo”.

Vittorio Moroni sta lavorando al suo nuovo film “A perfect season” co-prodotto da Italia e Francia.

Il programma di CinemaItaliaUK continua con il documentario “Fear & Desire” di Ludovica Fales il 13 settembre, e il lungometraggio “Il nome del figlio” di Francesca Archibugi il 27 Settembre. CinemaItaliaUK proietta film italiani non ancora distribuiti per il mercato britannico. Ogni film è un’opportunità per gli italiani di tenersi aggiornati con titoli più famosi del proprio Paese d’origine, e per i londinesi di scoprire nuovi film. Tutti i film sono in italiano con i sottotitoli in inglese. Il programma è disponibile sul sito www.cinemaitaliauk.co.uk. CinemaItaliaUK è supportato da Consolato Generale d’Italia, Istituto Italiano di Cultura,, Natuzzi, BdB, Courthouse Hotel, The Italian Bookshop, Donna Fugassa, The Italian Community, Delicatezza, Fred Film Radio, Italian Craft Beers, EtnaCoffee, Istituto Luce Cinecittà, RaiCom.

Per informazioni e prenotazioni CinemaItaliaUk