Dal blu al rosso, il London Eye cambia colore grazie a Coca-Cola. Ma tra i Londoners sale il malcontento e scatta la protesta

0

Anno nuovo, vita nuova! Anche per il London Eye di Londra che dal caratteristico colore blu acceso ora è passato al rosso fuoco. Non si tratta di un puro gioco di luce, tanto per catturare l’attenzione dopo il tramonto di centinaia di migliaia di persone che passando dalle parti di Southbank scattano l’indimenticabile selfie, quanto perché la chiusura del 2014 e l’inizio del 2015 ha rappresentato per la celebre ruota panoramica anche un passaggio di consegne, da uno sponsor a un altro.

Infatti, non è molto risaputo, ma il London Eye da quando è stato realizzato ha sempre avuto partner economici al suo fianco, a partire da “British Airways” dagli inizi del 2000 fino al 2011; poi è subentrato Edf-Électricité de France da qui la scelta del blu per ricordare la luce emanata dalla fiamma del gas, e ora è la volta di uno dei rossi più famosi del marketing mondiale. Ovviamente da bravi italiani penseremmo subito al nostro Cavallino Rampante, la Ferrari, o magari i fumatori più incalliti avrebbero detto “Marlboro”, cosa assolutamente impossibile dato che le compagnie del fumo non posso effettuare sponsorizzazioni pubbliche. Rimane quindi uno dei brand inseriti nella top three dei marchi più riconoscibili a livello planetario: la Coca-Cola.

Un momento della protesta ai piedi del London Eye con la consegna gratuita di spazzolini da denti

Un momento della protesta ai piedi del London Eye con la consegna gratuita di spazzolini da denti

Proprio la bibita gassata, che per chi non lo sapesse detiene anche la proprietà di altre 2.000 e oltre tra etichette di acque, succhi e differenti bibite gassate , è il nuovo sponsor del London Eye. Da qui l’ovvia scelta di cambiare il colore delle luci della ruota panoramica da blu a rosse durante i giorni normali. Altrimenti è possibile anche sceglierne di altri ed effettuare delle composizioni, come nella recente manifestazione di solidarietà di Parigi contro il terrorismoi, quando il London Eye vestì i colori della bandiera francese.

Fin qui tutto bello, l’impatto con quel rosso fuoco fa il suo effetto. In un certo senso da’ un tocco nuovo anche allo sfondo dei celebri selfie che ora potranno essere catalogati anche in una sorta di periodo pre e post: quelli col blu sono ormai datati, quelli rossi fanno tendenza.

Ma non finiscono qui le novità, e non tutte positive. Perché la partnership London Eye – Coca-Cola ha creato non poche prolemiche tra i londoners, alcuni dei quali pochi giorni fa si sono presentati ai piedi della ruota panoramica regalando a chi era in fila degli spazzolini per pulire i denti perché, come ha sottolineato Malcolm Clark del Children’s Food Campaignle bibite gasate sono la prima sorgente di problemi ai denti per i bambini e i ragazzi”. Quindi, essendo il London Eye un’attrazione per le famiglie in particolar modo, il fatto che sia abbinato a una bevanda di forte richiamo tra i ragazzi ma che può creare problemi, non va giù alle associazioni in prima linea per la salvaguardia della salute pubblica.

Da qui l’idea di regalare i 500 spazzolini anche come forma di protesta. Un numero non casuale perché, come ha detto sempre Malcolm Clark “ogni settimana circa 500 ragazzi tra i 5 e i 9 anni finiscono sotto le cure di un medico per problemi ai denti, causati proprio dagli eccessivi zuccheri assimilati tramite bevande”.

Come andrà a finire? Difficile che ci possa essere un dietro-front da parte delle due aziende sul piano della sponsorizzazione, dato che l’accordo non riguarda solo il cambio del colore delle luci, ma la presenza del logo su ogni spazio dove è presente il simbolo del London Eye, a partire dalla biglietteria passando per i cappellini e le divise del personale. Come dire, non serve attendere la notte per far venire in mente che la Coca-Cola è il nuovo partner della ruota panoramica di Londra, anche durante il giorno la cosa si noterà. E per nulla in maniera velata.