Londra a ferro e fuoco sotto attacco dei terroristi. Ma solo per finzione

0

David Cameron sicuramente non avrà fatto salti di gioia nello scoprire che appena rieletto in qualità di primo ministro, dovrà rimanerci secco per mano di terroristi che poi metteranno a ferro e fuoco Londra, tanto da distruggerla quasi completamente.

Pura fantasia, come si potrà immaginare, degna dei classici disaster-movies a stelle & strisce e dei suoi registi blockbuster che non contenti più di aver fatto sprofondare ogni angolo del Nord America, ora spostano l’attenzione dall’altra parte dell’oceano, ossia qui nel Vecchio Continente, puntando il dito proprio sulla capitale inglese, una delle icone per eccellenza del potere politico ed economico globale.

Si chiama, infatti, “London has fallen” la nuova pellicola segùito di “Olympus has fallen”, dove era la Casa Bianca a finire sotto attacco, che si appresta a uscire subito dopo l’estate con quel clamore su scala internazionale degno proprio delle produzioni americane. E per rendere ancora più accattivante il richiamo per le persone, convincendole ad andare a vedere il film, perché non rappresentare Londra in una delle sue peggiori (ma fortunatamente non reali) situazioni? Sotto attacco e imprigionata dalle fiamme.

London has Fallen 1

La prima locandina ufficiale di “London has fallen” da ottobre nei cinema americani e poi nel resto del mondo

Proprio come viene rappresentata nelle prime locandine ufficiali che promuovono “London has fallen” con l’iconico Big Ben che implode, con Westminster a ferro e fuoco, così come il resto dell’area politica, compreso il numero 10 di Downing Street, sede storica del Primo ministro. Da dove, per altro, prende il via la sfida tra buoni e cattivi. Infatti, i più importanti leader mondiali si ritrovano in Inghilterra per celebrare la morte del Primo ministro britannico; il suo funerale diventa l’obiettivo di una organizzazione terroristica per distruggere alcuni dei leader più potenti del mondo, devastando anche la capitale britannica e scatenando una terrificante visione del futuro.

L’unica speranza di fermarli poggia sulle spalle del Presidente degli Stati Uniti (Aaron Eckhart) e del suo formidabile agente dei servizi segreti (Gerard Butler) supportati da un agente inglese dell’MI-6 (Charlotte Riley) che giustamente visto l’andazzo non si fida di nessuno.

Nel cast ci sono anche Morgan Freeman nei panni del vicepresidente degli Stati Uniti Allan Trumbull, Angela Bassett in quelli del direttore dei servizi segreti Lynne Jacobs e Melissa Leo è il Segretario della Difesa Ruth McMillan.

A fare da cornice migliaia di comparse che hanno lavorato per mesi vestendo i panni di londoners sotto attacco, intenti a schivare proiettili, vetri frantumati e palazzi implosi. Ma, fortunatamente, tutto si è svolto negli studi ricreando al computer quanto poi si potrà vedere al cinema da ottobre in occasione del debutto mondiale di “London has fallen”.

London has Fallen 2