Orti in formato mignon per gli oltre 600 ettari di balconi cittadini. La nuova tendenza tutta “verde” di Londra

0

Che Londra fosse una delle capitali mondiali dei parchi pubblici già si sapeva. Che i giardinieri inglesi fossero degli artisti del verde anche. Che i British fossero anche lazy, ossia pigri, pure. E allora come far accomunare la loro passione per il verde con la loro poca voglia di curarne uno proprio, magari abbellendo il balcone di casa? Acquistandone uno, semplice!

E’ l’ultima tendenza della capitale inglese dettata proprio dalla passione tipica dei londoners nei riguardi del verde, ma che andava a scontrarsi con il sempre meno tempo e con gli spazi privati sempre meno a disposizione. Balconi e davanzali a parte. Infatti, è stato calcolato che se venissero sommati tutti i balconi e davanzali non utilizzati solo di Londra, si raggiungerebbe la fantasmagorica cifra di ben 600 ettari di spazio a disposizione.

Parco 2

Uno degli angoli di “Sill to Sill” realizzato dentro l`Hackney City Farm

Perché non sfruttarli, avrà pensato il fondatore di Sill to Sill (davanzale a davanzale), un negozio che vende proprio mini orti su misura, per i balconi e terrazze private dei numerosi appartamenti londinesi. E dato che il concetto base è quello di sfruttare al massimo ogni cosa per portarla a nuova vita, o offrirgliene una nuova, lo stesso negozio è realizzato con i materiali riciclati rimediati in una vicina discarica.

Sill to Sill nasce dall’idea di quattro giovani designers: Julian Bond, Sigrid Bylander, Lucy Paton e Benedetta Rogers, a seguito della partecipazione a un concorso dedicato a nuove idee per la città di Londra. Sill to Sill ha aperto i battenti dentro Hackney City Farm: una fattoria urbana, situata nel nordest della capitale, che l’anno scorso ha compiuto 31 anni.

Non poteva essere scelta location migliore, visto che il contatto con la natura è alla base dell’idea, e visto che si tratta di una fattoria in tutto e per tutto dove i bambini possono venire a contatto con animali di ogni genere, e soprattutto conoscere piante. A due passi dai nuovi grattacieli che stanno sorgendo nella City, nel cuore finanziario della capitale.

Orti in formato mignon, quindi, pronti per crescere nei quasi 600 ettari di balconi sparsi per Londra, dando così un tocco ancora più di verde alla capitale inglese che già, di per sé, vanta parchi pubblici a iosa, oltre ai vari pocket park, l’ultima iniziativa lanciata dal Comune per rivalorizzare aree condivise, grazie all’aiuto degli stessi cittadini.

Parco 1

Leave A Reply