Londra sempre piu` alta: previsti 200 nuovi grattacieli, compreso quello ispirato a “Batman”

0

Se non fosse per la presenza del The Shard, che con i suoi 310 metri è il palazzo più alto d’Europa disegnato da Renzo Piano, si potrebbe pensare che Londra non ha per nulla un buon rapporto con i grattacieli.

E come non giustificare un certo fastidio che provano i londoners nel circondarsi di mega strutture che ne limitano la visuale. Già le giornate di cielo azzurro si contano sulle dita di una mano, ma se poi durante queste il Sole deve pure far cucù tra un grattacielo e un altro, ecco che è comprensibile il fatto che non corre buon sangue tra i sudditi di sua Maestra e gli skyscrapers. O, almeno, non correva fino a un po’ di tempo fa.

Infatti, The Shard ha sicuramente dato una svolta allo skyline della capitale ma ha rappresentato solo un punto di inizio di un percorso che ormai non accenna a fermarsi, tanto che sono in corso le costruzioni di altri grattacieli, ben duecento in fase di realizzazione o progettazione, 50 dei quali sono destinati a uffici mentre la maggioranza saranno palazzi residenziali.

Alcuni dei quali giunti quasi alla conclusione: uno tra tutti il “Walkie Talkie” (passato alla storia nell’estate passata perché il sole riflesso sulla sua immensa vetrata squagliava le parti in plastica di auto e negozi nelle vicinanze) alto 160 metri con uno spettacolare sky garden con vista sulla città all’ultimo piano che sarà aperto al pubblico; poi toccherà alla grattugia, il “Cheesegrater” con 225 metri di altezza, e per il 2015 è prevista l’inaugurazione del “The Pinnacle” che con i suoi 288 metri sarà il più alto del centro finanziario, che andrà a tenere compagnia al vicino di casa “Heron Tower”, 230 metri, dove c’è il super cool Sushi Samba. Ognuno ha una sua caratteristica che lo rende differente dagli altri tra pro e contro che, come dicevamo, sta vedendo Londra in una fase di super fermento: “pro” perché la costruzione di grattacieli è sinonimo di benessere economico che richiama ingenti capitali che si tramutano in posti di lavoro; “contro” che, a vedere bene le cose, non è che ci sia proprio una linea architettonica comune che sta caratterizzando questa trasformazione dello skyline inglese. Anzi, a dirla tutta, ognuno va avanti per la sua strada.

Batman LondraCompresa la celebre società di investimento “Henderson Global” che ha appena ricevuto l’ok da parte della City of London per dare il via ai lavori per la costruzione della sua nuova sede di lavoro ispirata, pensate un po’, alla “Gotham City” resa celebre dai film di Batman dove troneggia la Wayne Tower. L’edificio, che costerà 391 milioni di sterline, è stato progettato dallo studio di architettura Make e va dai 7 ai 34 piani con una punta massima di 170 metri di altezza e con un giardino sul tetto e garage sotterranei per un totale di circa 90mila mq.

“Questo progetto è molto innovativo e si aggiungerà ai molti edifici moderni di importanza storica della City londinese – ha detto Paul Scott, l’architetto di Make responsabile del progetto, attraverso una comunicazione ufficiale -. Le altezze diverse delle varie parti dell’edificio sono state una scelta obbligata dovuta all’obbligo imposto dalle autorità della City di non impedire la vista della cattedrale di Saint Paul con la sua celebre cupola. Il palazzo sarà la sede londinese di Henderson Global Investors al 40 di Leadenhall Street, a due passi dal Gherkin di Norman Foster che a 180 metri sarà un poco più alto. La società finanziaria, che gestisce 118 miliardi di dollari di asset, aveva acquistato il terreno nel 2011 e prevede di trasferirsi a Gotham City nel 2019”.

Viene ora da chiedersi se gli architetti di Make abbiano anche previsto l’enorme riflettore sul tetto per proiettare di notte il simbolo di Batman sulle nuvole. Tanto, sicuro, queste non mancheranno mai.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Edifici palazzi grattacieli strutture famosi di Londra

Alessandro Allocca