Londra capitale della street art. Alla scoperta degli artisti dallo spray veloce

0

Non c’è angolo di Londra che non sia da scoprire. Piazzette nascoste, giardini incastrati tra i palazzi, viuzze dal sapore vittoriano e passaggi così celati che neppure Sherlock Holmes riuscirebbe a farci caso. Ed è proprio lì che l’arte di strada trova ispirazione, proprio dove nessuno mai andrebbe a guardare o a ficcarsi, alcuni degli artisti più celebri creano le loro opere tarte. Banksy tra tutti.

Tanto che Londra insieme a New York sono le capitali per eccellenza della street art, con una esplosione di produzioni avvenuta negli ultimi anni, grazie anche al supporto della tecnologia che ha messo in Rete e condiviso ogni creazione, suscitando così l’attenzione di centinaia di migliaia di persone. La conseguenza ovvia è che quegli angoli di città, tele casuali per gli artisti dallo spray veloce, ad oggi non sono ormai più così tanto sconosciuti.

London Street Art 2E forse è anche meglio così, visto che la street art è divenuta a tutti gli effetti un ulteriore valido motivo per visitare la capitale inglese. Con l’unica differenza, però, che parlando di arte casuale è sempre difficile starle dietro e quindi complicato capire dove andarla a scovare.

Almeno fino a qualche tempo fa, dato che come ogni tendenza che si rispetti anche questa è supportata dal suo carico di idee. Una tra tutte l’ha avuta una giovane società londinese, la Geo Street Art, che ha mappato tutta Londra ma solo dal punto di vista della street art. Quindi ha messo tutto sul web e ora attraverso l’omonima applicazione è possibile girovagare per la capitale ammirando non solo London Eye, Buckingham Palace, Tower Bridge, Piccadilly Circus, insomma le classiche icone simbolo di Londra, ma anche la Ragazza con l’orecchino di Perla rivista da Banksy, gli uomini stilizzati di Thierry Noir, la piovra elefantiaca di Alexis Diaz, i segnali stradali di Clet Abraham, e ancora  le opere di Phlegm, Roa, Conor Harrington, MadC, Reka, Run, Pablo Delgado e molti altri, forse per i più nomi del tutto sconosciuti, ma a conti fatti coloro che stanno contribuendo a rendere forse meno freddi i classici muri a mattoncini della capitale inglese, o anche le lontane aree periferiche che in questa maniera possono avere un motivo in più per essere visitate.

Fino a ora il database della Geo Street Art conta qualcosa come 1286 luoghi, tra Londra e New York, dove poter andare a vedere le creazioni di street art realizzate da 271 artisti differenti riconosciuti. Ma l’archivio è sempre in continuo aggiornamento, come ovvio che sia trattandosi di street art, quindi ogni volta che tornerete a Londra, qualora veniste per vacanza, o vivendoci, ogni giorno sarà un giorno nuovo per immergersi nel colorato e sorprendente mondo della street art. Senza dimenticare, poi, che parliamo di arte la quale ne possiamo godere in maniera totalmente gratuita.

INFO: geostreetart.com