Londra attraverso l’occhio di 40 fotografi e 35.000 scatti in un solo giorno, per il più grande timelapse della storia

0

24 ore, 40 professionisti e 35.000 fotografie scattate negli angoli più o meno conosciuti di Londra. Questi i numeri dell’ambizioso progetto che si è svolto lo scorso 6 dicembre e che si è concrettizzato nel più grande timelapse della storia e che ha visto al centro dell’attenzione proprio la capitale inglese.

Timelapse, per chi non è propriamente avvezzo al mondo della fotografia, è una tecnica che sta andando molta in voga di recente, grazie alle facilitazioni tecnologiche che oggi il mercato offre, e anche alle possibilità di immagazzinare parecchi dati in una semplice scheda di memoria, e che permette di scattare migliaia di foto, montarle fino a racchiudere in pochi secondi, o minuti, ore e ore di vita. Un modo di velocizzare il tempo che scorre con risultati scenici davvero coinvolgenti.

IMG_2854Ora, immaginate che questa tecnica sia stata messa in piedi nello stesso giorno, domenica 6 dicembre, da circa 40 persone che si sono divise la città di Londra, per poi riunirsi e dare vita al più grande timelaps della storia. Circa 3 minuti che raccontano la città attraverso gli occhi dei quaranta professionisti.

La diversità di inquadratura, di atmosfera, di frenesia e calma, di persone, atteggiamenti e momenti partendo dal punto di incontro che i quaranta si sono dati, ossia la piazza di King’s Cross, per poi ognuno dirigersi nei vari angoli scelti di Londra e dar vita al proprio “pezzo” di timelapse.

Dopo la fase di produzione del 6 dicembre, c’è stato il periodo di montaggio che ha interessato la straordinaria cifra di oltre 35.000 scatti fotografici che se montati tutti insieme avrebbero rappresentato circa oltre 40 ore di vita londinese. Ma i supervisori del progetto, Nicholas Goodden celebre per essere uno degli street photographer più blasonati a livello internazionale, e Chad Gordon Higgins esperto di motion timelapse, hanno dovuto fare una cernita e scegliere quegli scatti che meglio rappresentavano tre minuti di Londra, visti in una maniera nuova. E soprattutto… davvero ambiziosa! Sotto il video, buona visione.