La Londra Swinging degli anni sessanta

0

Swinging è un termine inglese che letteralmente significa dondolare, oscillare.

Si riferisce particolarmente a un insieme di tendenze culturali e modaiole che sorsero in Gran Bretagna ed ebbero il suo apice a Londra negli anni sessanta.

All’epoca la gioventù viveva orientata verso la modernità, le novità.

Era un fenomeno culturale nuovo in cui prevaleva l’ottimismo che sfociava nel piacere individuale considerato bene più alto e fondamento della vita morale (edonismo).

Gran parte del mondo occidentale era attirata da questo fenomeno.

E’ il Time dell’aprile 1966 a usare la parola “swinging”, anche se precedentemente il termine era già indicato come l’oscillare, il propendere verso un determinato punto: in questo caso l’indirizzarsi verso la moda del momento.

All’epoca il fenomeno si concentrava particolarmente sulla musica pop anche perchè gli artisti inglesi, in quel momento, erano al massimo della loro carriera.

Riguardava però anche la fotografia, il cinema, ma soprattutto la moda.

Furoreggiavano allora i Beatles, i Rolling Stones, i Who.

Era l’epoca della minigonna.

L’economia inglese si stava riprendendo dopo gli anni di austerità del dopoguerra.
Alcuni film documentavano le tendenze del periodo come Blow-Up di Michelangelo Antonioni del 1966 e Absolute Beginners del 1986, diretto da Julien Temple, ambientato nella Swinging London.

Carnaby Street, posta nel quartiere di Soho, negli anni sessanta è stata la leggendaria meta di giovani provenienti da tutto il mondo, amanti della cultura e dell’abbigliamento beat e pop.

Allora dominavano lo scenario gli hippies e i figli dei fiori.

Attualmente numerose boutiques e negozi ricordano quell’epoca.

Leggi anche:

I migliori negozi Vintage di Londra.

Concerti, gigs gratis, eventi musicali gratuiti a Londra.

Le 10 canzoni piu` belle su Londra.

Londra 2012 Festival.

Iscriviti alla Newsletter di londonita

riceverai un piccolo omaggio come ringraziamento