I Led Zeppelin

0

Led Zeppelin, mitica band inglese anni ’70

Jimmy Page early

Jimmy Page

I Led Zeppelin è stata una band britannica considerata tra i pionieri dell’hard rock.
Una band innovativa, geniale, che ha lasciato una traccia indelebile nella storia della musica inglese anni 70, con più di 200 milioni di album venduti in tutto il mondo.
Nata nel 1968 la band è formata da Robert Plant alla voce (nato a West Bromwich il 20 agosto 1948), Jimmy Page alle chitarre (nato a Londra il 9 gennaio 1944), John Bonham alla batteria (nato a Redditch il 31 maggio 1948 – morto a Windsor il 25 settembre 1980) e John Paul Jones al basso e tastiere (nato a Sidcup il 3 gennaio 1946).
Agli inizi erano i New Yardbirds
Nel 1966 Jimmy Page si unì in un primo momento come bassista agli Yardbirds, una band inglese blues rock, per poi diventare secondo chitarrista solista accanto a Jeff Beck. Dopo l’abbandono dalla band di Beck, Page propose di fondare una nuova band includendo Keith Moon e John Entwistle (componenti in seguito degli Who). Anche se la band non si formò ufficialmente, si trovarono lo stesso in uno studio di registrazione per incidere il brano “Beck’s Bolero”.
Nel 1968 gli Yardbirds fecero il loro ultimo concerto, anche se avevano già preso un impegno per un tour in Scandinavia. Proprio per questo impegno il cantante Keith Relf ed il batterista Jim McCarty proposero a Page ed al bassista Chris Dreja che continuassero ad usare il nome Yardbirds. Entrambi accettarono e indicarono Robert Plant come cantante, Plant accettò e propose a sua volta di prendere come batterista John Bonham. Qualche mese più tardi Dreja lascia la band e John Paul Jones contattò Page per prendere il posto vuoto. Page dopo averlo ascoltato, accettò di buon grado la sua entrata nella band.
Prima di partire per il tour i 4 componenti iniziano la registrazione dell’album “Three Week Hero”, considerato la prima registrazione dei futuri Led Zeppelin.
La band partì per il tour in Scandinavia col nome The New Yardbirds. Dopo il tour decisero di cambiare il nome della band; fu Page a proporre il nome Led Zeppelin e tutti gli altri acconsentirono.
Appena finito il mini tour in America, il 12 gennaio 1969 i Led Zeppelin pubblicano il loro primo album “Led Zeppelin”. L’album diventò ben presto una delle incisioni più importanti per lo sviluppo del rock, grazie alla combinazione di folk, blues, rock ed heavy.
L’album fu anche innovativo grazie al suono che riuscì a conferire alla registrazione Page, suono ottenuto dalla sua esperienza come turnista di studio. L’obbiettivo di Page era quello di riprodurre nell’album il sound che la band aveva consolidato nelle sue esibizioni dal vivo. Quindi per ottenere questo, decisero di registrare in maniera immediata e veloce come se fossero dal vivo, riducendo al miRobert-Plant dei Led Zeppelinnino le sovra incisioni.
Sempre nel 1969 pubblicano il loro secondo album “Led Zeppelin II”, album che evidenzia la predilezione della band per l’hard rock. Ad esempio il brano che apre l’album inizia con un riff di chitarra molto aggressivo, seguito da un supporto di basso ed in sequenza sempre crescente l’entrata della voce e della batteria.
L’album rimase nelle classifiche americane per tantissimi anni.
Questo brano è stato ed è considerato come emblema dello stile musicale dei Led Zeppelin, forse l’album più duro che abbiamo pubblicato i Led Zeppelin.
Per ottenere l’ispirazione giusta per pubblicare il loro terzo album “Led Zeppelin III”, i due frontman decisero di concedersi un piccolo periodo di riposo con le famiglie a Bron-Yr-Aur nel Galles, una località dove non c’era l’elettricità. Trascorrevano le serate intorno al fuoco a suonare le chitarre acustiche e a bere birra; queste serate passate così le ritroviamo in molti brani dell’album come ad esempio “Gallows Pole e Bron-Y-Aur Stomp”. Anche questo album ottenne un’enorme successo, nonostante la bocciatura della critica.
Il loro quarto album pubblicato l’8 novembre 1971 è sicuramente quello più importante per quanto riguarda la storia dei Led Zeppelin. Nei brani si nota subito l’influenza folk-celtica che aveva caratterizzato l’album “Led Zeppelin III” e l’hard rock dell’album “Led Zeppelin II”.
L’album ufficialmente senza titolo fu indicato come “Led Zeppelin IV” o “Four Symbols e The Fourth Album” i 4 simboli che ogni componente aveva scelto per la copertina.
L’album include il loro brano più famoso al mondo ancora tutt’oggi “Stairway to Heaven”.
Dopo poco la pubblicazione dell’album i Led Zeppelin partono per un tour americano. Durante il tour ci fu una data italiana, infatti il 5 luglio 1971 si esibiscono al Velodromo Vigorelli di Milano come ospiti alla manifestazione canora Cantagiro. A causa però di scontri fra il tantissimo pubblico con le forze dell’ordine che reagirono sparando lacrimogeni in mezzo alla gente, i Led Zeppelin dovettero solo dopo 25 minuti sospendere il loro concerto e chiudersi nei camerini.
Nel febbraioJimmy Page with Robert Plant 2 - Led Zeppelin - 1977 1972 i Led Zeppelin partono per il loro primo tour in Australia, con una sola tappa in India dove Page e Plant registrano con alcuni musicisti locali delle session. Dopo il tour la band ritorna in patria.
Nel maggio del 1972 la band si trasferisce per iniziare la registrazione del nuovo album a Stargroves, una tenuta di campagna di Mick Jagger dove vi era uno studio di registrazione mobile.
Nel 1973 pubblicano il loro quinto album “Houses of the Holy”, album caratterizzato dall’uso del sintetizzatore e dalla durata più lunga dei brani. Alcuni di questi brani come “The Rain Song” entrarono in pochissimo tempo a far parte dei classici del rock.
Sempre nel 1973 partono per una nuova tournèe in America, dove i loro concerti segnarono il tutto esaurito.
I Led Zeppelin nel 1974 fondano un’etichetta la Swan Song Records, etichetta utilizzata non solo per i loro album ma anche per lanciare nuovi e vecchi artisti come ad esempio Maggie Bell, Wildlife, Bad Company e tanti altri.
Nel 1975 pubblicano con la loro etichetta il loro primo album doppio “Physical Graffiti”. Per l’ennesima volta i Led Zeppelin con quest’album dimostrarono a tutti che erano una band che riusciva a spaziare in diversi generi musicali.
Grazie all’enorme successo internazionale di questo doppio album, tutti i loro precedenti album entrarono nella classifica dei 200 album più venduti al mondo nella storia del rock.
In seguito partono per un nuovo tour, tour che partì in America e che si concluse in Gran Bretagna dove si esibirono per 5 date di seguito a Londra all’Earl Court, registrando sempre il tutto esaurito. Questi concerti furono ripresi e pubblicati circa 28 anni più tardi.
Se la loro popolarità sul palco e sui loro album era altissima, lo era anche la loro reputazione per la loro eccentricità e per i loro eccessi fuori dal palco. Infatti i Led Zeppelin viaggiavano con un jet privato chiamato Starship; quando alloggiavano negli alberghi prenotavano interi piani, distruggendo sistematicamente molte camere, oltre a far scandalo per le loro avventure sessuali e per l’uso eccessivo di alcool e droghe.
Nel 1976 interrompono momentaneamente la loro attività musicale, per dedicarsi alla produzione di un film concerto “Fantasy”, ancora tutt’ora inedito.
Il 4 agosto 1976 in vacanza nell’isola di Rodi, Robert Plant insieme alla moglie Maureen, i suoi 2 figli e Scarlet la figlia di Page, hanno un bruttissimo incidente d’auto. I figli compresa Scarlet ne uscirono illesi, invece Plant e la moglie ebbero gravissime lesioni. Maureen soprattutto fu in fin di vita a causa di varie fratture pubiche e craniche, dovettero portarla con un aereo privato in Inghilterra per essere operata d’urgenza. Plant anche se non in fin di vita, fu ingessato dalla testa ai piedi, quindi costretto su una sedia a rotelle per oltre 6 mesiledzeppelin.
A causa di questo incidente i Led zeppelin dovettero annullare la tournèe in Sudamerica e negli Stati Uniti e la tournèe in Giappone ed in Australia.
Questa lunga degenza di Plant costrinse la band ad una registrazione di un nuovo album ed una riesumazione del progetto cinematografico abbandonato nel 1973, per coprire la loro lunga assenza sul palco.
Pubblicano nel 1976, visto che non potevano esibirsi, il loro settimo album “Presence”, album che gli conferì il disco di platino, anche se non fu considerato dalla stampa all’altezza di quelli precedenti.
Il 1976 si rivelò per la band un anno instabile, infatti dopo l’incidente di Plant l’atmosfera divenne pesante, anche a causa delle pressioni fiscali inglesi sui guadagni degli album, per questi motivi  tutti e quattro decisero di lasciare l’ Inghilterra. Durante il loro esilio Plant e Bonham sentirono l’allontanamento dalle loro famiglie come un peso e questo si notò nel loro ultimo album, inciso a Monaco di Baviera.
Alla fine del 1976 nei cinema esce il film “The Song Remains the Same” con annessa colonna sonora, ottenuto da un montaggio di diverse registrazioni dei concerti al Madison Square Garden di New York nel 1973.
Nel 1977 finalmente partono per un nuovo tour negli Stati Uniti, dove tutti i loro concerti registravano sempre il tutto esaurito. Alla fine del concerto di Oakland al Day on the Green Festival, arrivò alla band la notizia della morte di Karac figlio di Plant. Per questo motivo il tour fu sospeso ed iniziarono a girare le vled-zeppelin-stairwayoci di una maledizione sui componenti della band, a causa dell’interesse di Page per tutto quello che riguardava l’occulto.
Per Plant la morte del figlio fu uno shock e per questo pensò di lasciare la band. Nell’anno successivo dopo vari incontri nella foresta di Dean al castello di Clearwell insieme agli altri componenti, Plant decise di rimanere nella band.
Nell’autunno del 1978 i Led Zeppelin tornano in sala d’incisioni per registrare l’album “In Through the Out Door”. Le prime copie furono pubblicate in una confezione anonima di cartone; aprendola c’era una copertina fatta a righe nere e bianche e detergendola con acqua emergeva la vera copertina dell’album. Inoltre la band decise che fossero utilizzate 6 tipi diverse di copertine, in modo da rendere l’aspetto grafico di ogni copia venduta un’incognita per i fan.
Intanto la band da alcuni critici fu considerata sorpassata, visto che i gusti musicali del pubblico optavano ormai verso la disco music ed il punk rock. Ciononostante i Led Zeppelin continuavano ad essere supportati da tantissimi fan; infatti il loro ultimo album raggiunse il primo posto nelle classifiche sia americane e sia inglesi.
Nell’estate del 1979 i Led Zeppelin partecipano come ospiti principali al Knebworth Fest in Inghilterra. Oltre 400.000 persone comprarono i biglietti solo per sentire gli amati Led Zeppelin.
Nel novembre sempre dello stesso anno dopo la pubblicazione del loro ultimo album, decidono di esibirsi facendo una piccola tournèe in Europa ed dopo negli Stati Uniti. La tournèe americana non fu mai iniziata.
Infatti nel giugno 1980 partono per il mini tour in Europa, ma durante il concerto del 27 giugno mentre sono arrivati alla loro terza canzone, John Bonham ha un malore e crolla sul palco. Bonham si riprende e riescono a completare tutto il tour europeo.
Il 25 settembre 1980 prima di partire per il tour negli Stati Uniti, Bonham si presenta alle prove completamente ubriaco, continua a bere anche la sera durante una festa a casa di Page; viste le sue condizioni pessime gli altri componenti della band lo portano a dormire in una stanza. La mattina seguente viene trovato morto soffocato dal suo stesso vomito.I-led-zeppelin
Dopo la morte di Bonham gli altri componenti della band, il 4 dicembre 1980 annunciano con un comunicato stampa la decisione di voler interrompere la loro carriera con il nome Led Zeppelin. Il comunicato stampa ufficiale dice: “Desideriamo rendere noto che la perdita del nostro caro amico e il profondo senso di rispetto che nutriamo verso la sua famiglia ci hanno portato a decidere, in piena armonia tra noi ed il nostro manager, che non possiamo più continuare come eravamo.”
Dopo lo scioglimento dei Led Zeppelin, i 3 componenti rimasti intrapresero ognuno strade diverse. Il gruppo si è poi riunito solo in occasione di 5 eventi particolari:
nel 1985 al Live Aid con Phil Collins, nel 1988 per l’anniversario dell’Atlantic Records con Jason Bonham (figlio di John Bonham), nel 1990 in una cerimonia segreta cioè il matrimonio di Jason Bonham, nel 1995 in occasione della loro entrata nella rock and Roll Hall of Fame insieme agli Aerosmith ed a Neil Young ed per finire il 10 dicembre 2007 in un concerto di beneficenza per la Ahmet Ertegun Foundation alla O2 Arena di Londra di nuovo insieme a Jason Bonham. In pochi minuti dal lancio della notizia del concerto, 20 milioni di persone di sono registrate per acquistare i biglietti per il grande evento. Solo 18.000 furono però i fortunati che poterono assistere a 2 ore di grande musica con tutti i brani più importanti della mitica band inglese.
Solo pochi mesi fa ai componenti della band è stata proposta l’ enorme somma di 500 milioni di sterline per un nuovo concerto ma sembra proprio difficile che i “contrasti” tra i componenti rimasti permetta di vedere nuovamente i Led Zeppelin tutti insieme su un palco. Vedremo…Mai dire mai!