Torna la Maratona di Londra, domenica capitale in festa

0

Se vi volete vedere alcune delle parti più belle di Londra senza l’assillo del traffico e partecipando a una festa collettiva che richiama centinaia di migliaia di persone, allora domenica non prendere impegni e preparatevi a far parte della Maratona.

Due i modi per poter dire “io c’ero!”: il primo è indossare scarpe da corsa, pantaloncini, t-shirt e pettorale, ma se ancora non l’avete fatto allora abbandonate fin da subito questa idea, dato che iscrizione a parte ci sarebbe da prepararsi psicologicamente (e fisicamente soprattutto), ad affrontare 42 chilometri e 195 metri. E come si potrà immaginare non è per tutti, e non è da tutti. Mentre il secondo metodo è, invece, quello che fa davvero per tutti: prendere parte all’evento, ma da spettatori. Alla partenza, lungo il tragitto, o accanto alla riga di arrivo, l’importante che facciate da cornice al passaggio dei circa 35.000 corridori previsti che domenica mattina tra le ore 9 e le 10, differenza data dalle diverse partenze tra atleti con disabilità fisiche e non, da Greenwich per arrivare fino a Buckingham Palace, invaderanno pacificamente la città di Londra.
London Marathon 2

E sarà, come detto in precedenza, una grande festa collettiva dato che il percorso, completamente chiuso al passaggio delle auto, è stato disegnato affinché interessi alcuni dei monumenti storici e aree turistiche più belle della capitale britannica: come i già citati Greenwich e Buckingham Palace, oltre parte del lungo Tamigin ell’area sud, Tower Bridge, Blackheath, Tower of London, London Eye con tutto il vicino complesso di Westminster.

Nessuna auto lungo il percorso, solo persone ad incitare i corridori. Mentre sia alla partenza che all’arrivo si potrà prendere parte alle feste che verranno organizzate sempre nella giornata di domenica. Ma se già nelle prossime ore o domani vorreste farvi una capatina da quelle parti, vedrete che già solo respirare aria di preparativi metterà tutti di buon umore, oltre poi a vedere l’arrivo ora dopo ora di tutti i corridori da ogni parte del mondo.

Un evento che si ripete dal 1981, quando la Maratona di Londra è entrata ufficialmente nel giro delle maratone internazionali crescendo piano piano edizione dopo edizione fino a toccare quota 35.000 iscritti in questa 35esima edizione riuscendo di fatto ad essere una delle più partecipate al mondo anche se i puristi della competizione preferiscono prendere in considerazione il numero di arrivati dato che, come si potrà immaginare, non tutti riescono a coprire i 42 chilometri e 195 metri, preferendo godersi più il percorso che battendo il proprio record personale. Dato che quello dei professionisti è meglio lasciarlo stare: 42 chilometri e 195 metri coperti in 2 ore e una manciata di minuti. Roba da Supereroi!

Qui tutte le info