National Gallery e l’impatto con la cultura moderna

0

La National Gallery, una delle Gallerie dì arte più famose al mondo si mantiene sempre al passo coi tempi.

Vi siete mai chiesti come nasce e perchè nasce La National Gallery di Londra? Oggi espone opere pittoriche di provenienza europea e realizzate fra il 1250 e il 1900. La collezione permanente è composta da più di 2.300 dipinti, fra cui i capolavori di Rembrandt, Tiziano, Velázquez, Van Gogh e Michelangelo. Al suo interno si trovano centinaia dei più famosi e affascinanti dipinti al mondo, inseriti in un ordine cronologico ben preciso. Partiamo dai dipinti di Cimabue e Giotto, sulle cui tavole per la prima volta si affacciano i sentimenti e la ricerca di naturalismo, fino ai quadri di Van Gogh e degli impressionisti, letteralmente sconvolti dai colori, trionfo di visioni profondamente soggettive.

Anche se la National Gallery ha dimensioni inferiori rispetto ad altri rinomati spazi espositivi di altre città, come ad esempio il Louvre a Parigi , è un museo d’eccellente qualità artistica che, mediante le sue opere, illustra la storia della pittura occidentale, mostrando all’interno del suo percorso l’evoluzione degli stili pittorici fra il XIII e XX secolo, dal Rinascimento al Postimpressionismo.  Contrariamente ad altri musei, la National Gallery non possiede oggetti d’arte decorativa o sculture, ma la sua collezione si focalizza esclusivamente sulla pittura.

La galleria fu situata al centro di Londra in Trafalgar Square così che fosse facile visitarla sia da ovest che da est e lo è tuttora per i 4 milioni di persone che la visitano ogni anno, dall’Inghilterra, da tutto il mondo e dagli stessi londinesi. I visitatori hanno l’opportunità di scegliere tra numerose attività quali mostre temporanee, seminari, conferenze, dibattiti e ingresso serale il venerdì. La National Gallery è in continua evoluzione: la sua collezione si espande a mano a mano che nuove opere vengono acquisite, prese in prestito o lasciate alla nazione. La galleria si tiene al passo con le continue necessità di cambiamento delle collezioni e dei visitatori; i dipinti richiedono un’attenzione scientifica e una conservazione costante, mentre i visitatori hanno bisogno di spazi per l’orientamento, il relax e il ristoro.

La National Gallery ospita anche “artisti associati”. Dal 1989 un artista per volta ha la facoltà di accedere per un biennio a uno studio all’interno della National Gallery per creare opere ispirate alla collezione permanente. Al termine del biennio le opere prodotte vengono esposte all’interno del museo.

Grande attenzione è rivolta anche alla cura dei dipinti: il Dipartimento di Conservazione della Galleria lavora con curatori e scienziati per garantire alle generazioni future la possibilità di poter apprezzare la Collezione. Ciò implica una serie di interventi regolari, quali i controlli delle condizioni del dipinto, della luce, della temperatura e dell’umidità nella Galleria. In alcune situazioni, gli esperti realizzano anche grandi interventi di restauro della durata di mesi o addirittura anni.

Infine, grazie alla costante collaborazione accademica con équipe di restauratori, scienziati, curatori e archivisti, i cataloghi delle collezioni della Galleria sono riconosciuti a livello internazionale e costituiscono un modello per le pubblicazioni del settore. La National Gallery è stata riconosciuta come un’Organizzazione di Ricerca Indipendente dall’Arts and Humanities Research Council e dall’Engineering and Physical Sciences Research Council.

 

In questo video si coglie l’ importanza e la bellezza della National Gallery, e degli altri musei gratuiti di Londra; Usufruire delle opere d’ arte più belle al Mondo, in maniera gratuita, grazie a sponsor privati e alle tante donazioni provenienti da tutto il Mondo.  Diffondere le cultura della bellezza per avere un Mondo migliore.