Notting Hill e Portobello Market

0

Notting Hill e Portobello Market, un viaggio nel mercato più celebre di Londra

Ricordate tutti il celebre film romantico che vedeva i protagonisti Julia Roberts e Hugh Grant vivere la propria storia d’amore, in una piovosa Londra, nel famoso quartiere di Notting Hill? Se la zona era conosciuta prima, oggi è diventata uno dei quartieri più noti della città e, non  stupitevi se il valore delle proprietà ha raggiunto prezzi da mille e una notte.

Notting Hill è anche molto frequentata  per la presenza di uno dei mercati più famosi del mondo: il mercato di Portobello Road. Portobello, sempre molto affollato dai turisti, è una delle tappe preferite dai londinesi alla ricerca di accessori, vestiti o mobilia. Tuttavia, il mercato di Portobello offre molto di più.
Il mercato è aperto tutti i giorni ma è il sabato, grazie alla grande sezione dell’antiquariato, che le sue vie si animano di una folla pronta a contrattare il prezzo più conveniente.

Portobello Market è senza duportobellobbio, diverso dagli altri mercati, non solo per via della sua reputazione, ma anche per la vasta offerta di merce di qualità, per questo anche molto cara.

Diviso in due sezioni, il mercato offre il reparto ortofrutticolo, le bancarelle di vestiti nuovi e usati, e andando verso il mercato di Golborne Road, troverete l’usato, sicuramente più economico.

Le case dai colori pastello, tipiche di Notting Hill, vi guideranno alla visita tra una bancarella e l’altra. Qui troverete anche quella che fu, almeno per qualche anno, la residenza di George Orwell, come testimonia una targa sulla facciata della sua casa.

La storia di Notting Hill. I primi insediamenti, e la successiva urbanizzazione, di Notting Hill risale alla prima metà dell’800 quando nacquero i primi viali alberati e le prime case. Era questa una zona argillosa e per questo numerose sorgevano le fabbriche di vasellame, mattoni e mattonelle cotti nelle fornaci a forma di cono capovolto. Una di queste si può vedere in Walmer road.

Nata come zona residenziale, compresa nel municipio di Kensington e Chelsea, Notting Hill subì un notevole cambiamento, nel 900, diventando dimora di un gran nuPortobello-Road-Londramero di immigrati afrocaraibici. Nel 1958, per ben quattro giorni, Pembridge Road fu il centro dei primi scontri razziali del Regno Unito, quando alcune persone del luogo presero di mira le case degli immigrati. Una buona risposta fu la proposta di organizzare una grande festa che avrebbe coinvolto tutti, con l’intento di placare cosi gli animi. Nacque così il famoso Notting Hill Carnival che prese avvio l’anno successivo, 1964,  come risposta alle rivolte. Da quel momento, il Carnevale di Notting Hill è diventato uno delle manifestazioni carnevalesche più conosciute d’Europa e tuttora continua ad attrarre numerose persone, di diversa provenienza razziale, residenti a Londra, ma anche provenienti da tutto il mondo. E’ celebrato in agosto per due giorni di seguito, sabato e domenica. A farla da padrone sono l’ allegria, il colore, i costumi sgargianti, la musica e le danze tipiche sudamericane.

Portobello Mportobello-road-marketarket. Il Portobello Market inizia all’incrocio con Chepstow Road, dove sono situati molti negozi di antiquariato di valore alternati da banchetti di oggetti usati. I negozi di abbigliamento sono molto graziosi e curati e per questo anche molto cari.

Anche l’offerta gastronomica è molto varia. Infatti, potete sbizzarrirvi: dal pesce alle crepes delle bancarelle, alla frutta e verdura del mercato ortofrutticolo. La qualità della merce è ottima ed è per questo motivo che, durante la settimana, i residenti della zona vengono qua a fare la spesa.

Un altro luogo storico di Notting Hill, è l’Eletric Cinema, sala cinematografica che aprì le sue porte nel 1911, situata all’angolo di Blenheim Crescent, al numero 191 di Portobello Road. Vale la pena di farci un salto, soprattutto il lunedì, perché i biglietti sono scontati.

Per i collezionisti e gli amanti della musica, vi consiglio di fare un giro tra le bancarelle del cavalcavia Westway in fondo a Portobello, troverete sicuramente qualcosa di “vintage e tipico londinese” come dischi, libri e gioielli. La zona più economica resta Goldborne Road, all’ombra della Trellick Tower, considerato nel 1973 il palazzo più alto di tutto il Regno Unito.

Se amate il mondo della pubblicità non potete non fare una visita al vicino Museum of brands packaging and advertising in colville mews (111-117 Lancaster Rd, London W11 1QT)Museum-of-Brands-Packaging-Advertising
Si trova a due passi dalla fermata di Ladbroke grove, ed uno di quei piccoli musei di Londra che raccontano la vita attraverso degli oggetti particolari; in questo caso sono raccolti migliaia di oggetti “pubblicitari” legati al consumismo dall’ età vittoriana fino ai giorni nostri. Rimane più impressa quella che doveva essere la quotidianità degli anni passati, con l’ utilizzo per esempio dei detersivi o dei saponi, delle scatole di cibo e delle bevande; e poi le prime forme di pubblicità tesa ad attirare il consumo, cartellonistica varia, depliants, poster e tutto ciò che poteva in qualche modo richiamare l’ attenzione della massa. Insomma, un museo insolito fatto da cose solite.

 

Per raggiungere Portobello, le fermate della metro più vicine sono Notting Hill e Ladbroke Grove.
Di seguito gli orari di apertura di Portobello Road: Notting-Hill
Mercato generico:

lunedì-mercoledì: 8-18  giovedì: 9-13 venerdì-sabato: 7-19

Mercato biologico:

giovedì: 11-18

Mercato di Golborne Road:

lunedì-sabato: 9-17

Mercato dell’antiquariato:

sabato: 9-18