Pearly Kings and Queens a Londra

0

Pearly Kings and Queens

Ad un certo punto la città di Londra, fa un salto indietro. Festeggia il raccolto con i “Pearly Kings and Queens”, che indosseranno i tradizionali abiti con bottoni di perle sfilando dalla Guildhall alla chiesa di St Mary-le-Bow.
Con i loro abiti scuri, ricoperti di centinaia di chiarissimi bottoni di perle, i Pearly Kings and Queens of London sono uno spettacolo affascinante e indimenticabile. Durante il festival, che celebra l’abbondanza del raccolto autunnale, PearlyKingsandQueensi Kings and Queens saranno i protagonisti di uno spettacolo di intrattenimento seguito dalla sfilata verso la chiesa di St Mary-le-Bow, per una funzione religiosa di ringraziamento. Non solo accenni storici, ma anche un pizzico di “mondanità”. Infatti questi abiti usati nella sfilata sono stati poi usati come esempi di “moda alternativa” per quella che poi noi chiamiamo lo stile del XXI secolo.
I Pearly Kings and Queens sono un’organizzazione fondata nel 1875  da Henry Croft,
Henry nato nel 1862 aveva vissuto i primi anni della sua vita al Victorian workhouse, un orfanotrofio in Charles Street, Somerstown, St, Pancras; all’ età di 13 anni abbandonò l’ orfanotrofio trovando lavoro come spazzino. Ispirato dai “Costermongers”, ambulanti di strada, un gruppo molto solidale di mercanti che cuciva bottoni sui vestiti per potersi riconoscere, Henry decise di aiutare i più bisognosi nello stesso modo in cui i Costermongers si aiutavano l’uno con l’altro.
Riconoscendo il bisogno di dover essere visibile per raccogliere fondi a scopo di beneficenza, Henry raccoglieva bottoni di perle mentre spazzava le strade, sino a trovarne abbastanza per ricoprire un intero abito. Presto divenne talmente famoso come raccoglitore di fondi da non poter riuscire a soddisfare tutte le richieste di aiuto. È a questo punto che decise di chiedere aiuto ai Costermongers, molti dei quali divennero i primi membri delle “Pearly Families”( le famiglie originariamente erano 28, una per ogni  comune di Londra). Henry Croft riuscì a creare una rete di solidarietà importante in quegli anni, prendendosi cura dei tanti poveri della città e in particolare dei bambini degli orfanotrofi. PearlyKingandQueens1
Henry Croft morì nel gennaio 1930 e al suo funerale hanno partecipato centinaia di ammiratori provenienti da ogni parte di Londra. Le “famiglie” commissionarono una statua commemorativa in suo onore.
La statua che lo rappresenta, originariamente posizionata davanti alla sua tomba, nel cimitero di Finchley, fu poi trasferita nella cripta di St Martin-in-the-Fields, Westminster.
Henry-croft-memorialPuò essere interessante capire, come mai la perla è stata utilizzata come elemento di ornamento per questi abiti. Non solo simbolo di vanità ma anche un significato più profondo dietro questa magica sfera bianca.

In realtà non è una pietra ma un granello di sabbia infiltratosi all’interno di un’ostrica, per la tradizione orientale, invece, sarebbero gocce di rugiada catturate dagli stessi molluschi. Gli Indù vi attribuivano poteri magici ed erano convinti che si formassero nel cervello e nello stomaco degli elefanti. È il simbolo della purezza e dell’amore, ma si consiglia di non regalare alla propria compagna un anello con perla se l’evento è il fidanzamento, qualcuno crede porti sfortuna. Nome tipicamente italiano risalente al Medioevo. Veniva imposto alle bambine a cui si augurava la bellezza e la preziosità delle perle.

Simone Palermo
21/09/15

Quest anno il Festival Pearly Kings and Queens è previsto domenica 27 settembre