Guardare un film nel massimo del comfort: Londra lancia il Pillow Cinema

0

di Federica De Caria

C’è un posto a Shoreditch, Londra, dove ti passa il treno in testa mentre te ne stai li, con la tua birra e i tuoi popcorn in mano, abbracciato alla tua metà o alla tua pomiciata del giorno. Sdraiato su un materassone gigante a guardarti qualche cosa di molto intellettuale. Viste le caratteristiche non potevo mancare. Così mi sono presentata puntuale con la mia metà, al famoso Pillow Cinema, scavato nell’ex stazione della metropolitana, vicino a Brick Lane Market.

Mi sono goduta il pomeriggio con la scusa di doverne scrivere poi, che faticaccia! Se vi state chiedendo come sia possibile bere birra da sdraiati, sentitevi vecchi, perché un giovane italiano non si chiederebbe mai come si possa bere alcool da sdraiati (io ovviamente mi ci sono sentita, quando l’altro occupante del mio materasso è arrivato con due canne di birra e i popcorn).

Tra l’altro, incastrati in pillows e materassi con birra al seguito, diventa al quanto imbarazzante, se, per i troppi liquidi, a metà della proiezione vi scappa la pipì. Ci sono due opzioni. Opzione A: ve la tenete. Difficoltà: altissima. Trattenere la pipì da sdraiati con nonchalance, mentre le vostre forze dovrebbero essere concentrate sullo schermo invece che sul basso ventre, è potenzialmente sovrumano. Opzione B: strisciate al meglio delle vostre capacità fuori dal nido, attraversate la navata ingombra di cuscini, sperando di non inciampare in braccia e gambe di nessuno, e raggiungete l’uscita.

IMAG1271Ora la smetto di parlare di inconvenienti e vi ci faccio entrare in questo Pillow. Ci sono incappata attraverso il metodo dell’imboccata: una mia amica mi ha mandato il link. Diceva: ‘Pillow Cinema’ a Shoreditch, vicino a Brick Lane. Aveva già tre ingredienti fenomenali: cinema (chi non adora andare al cinema?), da sdraiati (una scusa perfetta per accoccolarti con chi vuoi), vicino a Brick Lane (il mercato più ricaricapile che esista in città. Dopo una settimana non stop, camminare li in mezzo ti ricarica).

Quando ho aperto il link, ho trovato fotografie di queste coppie felici e l’offerta dei film che, per farti sentire una persona migliore, metteva tra Mean Girls e Toy Story 3, anche l’ultimo documentario realizzato in collaborazione con il Guardian. Essendo ovviamente le uniche opzioni non sold out dall’anno prima, quando l’apertura era solo stata accennata, ho fatto finta di volere intimamente andare a vedere uno di questi documentari. Tutto per poter twittare foto, titolo e location della mia domenica, spacciando la cosa per un pomeriggio culturalmente utile.

Il costo non è poi tanto diverso da quello di una multisala: 10 quid per metà materasso. Quindi se sei single e non hai né amico/a, né pomiciata, non solo ti senti solo, ma paghi doppio. Sì, è una crudele creazione per coppiette, lo è.

C’è un bar al piano di sopra, dove una volta scelto il tuo materasso di rincorsa, perché non c’è posto assegnato (il tutto funziona secondo la legge ‘chi prima arriva meglio alloggia’), puoi rifornirti di ogni cosa. Hanno ogni genere di alcolico e popcorn.

La cosa è semplice. Tu ti accoccoli lì. Se non ti sei portato il tuo cuscino da casa lo puoi noleggiare per un pound. Magni, bevi e guardi il film. Se ti scappa la pipì ti aspetta la camminata dell’imbarazzo. Se il rumore del treno che passa in questo finto ambiente degradato, molto hipster, ti disturba, non dovevi nemmeno pensare di pagare il biglietto.

Alla fine della mia domenica concludo che mi è piaciuto. La mia metà ha gradito birra e film e me ne parla persino. Sono riuscita a coinvolgerla in un discorso da giornalista rompiscatole riguardo Edward Snowden e la privacy, perché ci siamo appena visti ‘Citizenfour’ (che personaccia subdola). Il mio tweet ha ricevuto ri-tweet. E ora è tempo di farsi un’ora e mezza di viaggio per tornare a casa. Perché abito a Londra, ma dall’altra parte. E se vi dico io che ne è valsa la pena…

Per prenotare il vostro mezzo, o intero, materasso, basta cliccare qui 

pillow-hero-1

IMAG1275

IMAG1277