Royal Ascot eventi giugno a Londra

0

Ascot, non solo fantini, ma anche glamour

Da 14 al 18 Giugno, per cinque giorni, potete assistere ad un evento unico nel suo genere. Cavalli, fantini e particolari cappelli da sfoggiare sono le attrazioni di questa gara. L’ippodromo di Ascot è il più famoso impianto sportivo inglese situato nella cittadina di Ascot, nel Berkshire. Non è un posto per cavalli normali, ma solo per purosangue. Fu fondato nel 1711 dalla regina Anna d’Inghilterra con solo sette cavalli in gara. La competizione aveva un titolo: “Her Majesty’s Plate”.
Royal Ascot LondraDi proprietà della Ascot Racecourse Ltd che si impegna a organizzare le gare nei mesi di maggio e di ottobre, (mentre in inverno organizza le corse con ostacoli),il grande parco ospita nove delle trentadue corse di gruppo del Gruppo 1 e dista 11 km dal castello di Windsor.
Le corse dei cavalli rappresentano non solo un importante evento istituzionale nella tradizione inglese, ma anche il più atteso appuntamento della stagione estiva e simbolo di una kermesse mondana, dove poter sfoggiare esuberanti cappelli di ogni forma e colore. Potremo così assistere alla partecipazione di centinaia di persone, che esultano dagli spalti, gridando il nome del loro cavallo preferito.
Le galoppate del 2003 furono le più grandi con una folla da record che superava più di 306.000 persone. L’evento è anche un’occasione sociale ed un evento sportivo, dove la tradizione, unita allo stile si intrecciano.
I cinque giorni di Royal Ascot sono una perfetta opportunità per coloro che non hanno avuto la possibilità di assistere alla corse in precedenza. Un Group One rappresenta la corsa più importante del giorno in ciascuno dei 5 giorni. In palio moltissimi premi, con la partecipazione della Regina e i suoi bizzarri capelli.
Da ricordare il Dress Code che deve essere molto formale. Nell’eventualità non si rispetti il costume, gli organizzatori possono negare l’entrata alla gara.Royal-Ascot
Un aneddoto legato all’ ippodromo di Ascot è quello dell’apparizione di Audrey Hepburn, la tanto compianta attrice che nel film “My Fair Lady”, girò una sequenza di scene, proprio nel grande parco.
Simone Palermo
16/06/2015

Non so quanti siano interessati e in quanti vogliano o possano partecipare dato non è a “buon mercato”, anche perché bisogna vestirsi in un certo modo; ma gli abiti “formali”, da “cerimonia” si possono anche affittare, cilindri e cappellini per Signora compresi! 😉 Però è un’occasione ed un appuntamento TOTALLY ENGLISH! Auguro che chiunque ami i cavalli, i concorsi e voglia realizzare un desiderio del genere possa farlo. ENJOY!” Marcello Tito Manganelli