Terence Blanchard il genio della tromba a Londra

0

Terence Blanchard in concerto a Londra ( 20 novembre Barbican Centre)

Terence Blanchard (New Orleans, 1962) durante gli anni Ottanta è stato uno dei principali protagonisti della stagione dei Young Lions. Furono anni d’oro, poiché quell’anno vide fiorire un incredibile numero di nuovi astri della tromba: Blanchard, Wynton Marsalis e Roy Hargrove. Blanchard fu sin da subito identificato come uno dei musicisti più rappresentativi di quel decennio, unico esponente di un genere quasi perso: il jazzmainstream dopo la grande ondata del jazz-rock: i suoi modelli di riferimento sono infatti quelli dell’hard bop, soprattutto Freddie Hubbard.
Le prime, non trascurabili, esperienze musicali di Blanchard furono con Lionel Hampton e i Jazz Messengers di Art Blakey (nei quali sos03tituì proprio Marsalis, assumendo il ruolo di direttore musicale della band). La notorietà, in un simile contesto e con le sue evidenti virtù solistiche, giunse presto. Il genio della tromba era capace di unire le tradizioni del jazz antico a quelle moderne, creando suoni unici nel suo genere.

Nei primi anni Novanta Blanchard inizia a cimentarsi anche con le colonne sonore per il cinema, attività che prosegue a tutt’oggi parallelamente a quella di jazzista. Nella sua fitta serie di realizzazioni musicali per il cinema, spiccano le soundtracks per i film del regista Spike Lee, al quale Blanchard è legato indissolubilmente dal 1991, anno di Jungle Fever. Da allora il trombettista ha firmato la colonna sonora di numerose altre celebri pellicole del regista afro-americano: Do the Right Thing, Mo’ Better Blues, Malcolm X, Summer of Sam, La 25° ora, Miracolo a Sant’Anna.

 

05

Vincitore di svariati referendum della rivista DownBeat e ripetutamente nominato per i Grammy Awards, Blanchard è inoltre uno dei più apprezzati insegnanti di jazz in attività.
Il trombettista Terence Blanchard, sembra dare un bel colpo alle direzioni della sua musica. Infatti come evidente delle sue ultime apparizioni dove presenta al pubblico i suoi ultimi pezzi, il genio della tromba, ha creato ancora una volta qualcosa di straordinario, riuscendo ad amalgamare il suono acustico ed elettrico, ritmico e melodico e fra strumenti diversi, compresa la voce.

01
Si scoprono suoni in equilibrio fra la tromba ispirata ed energetica di Blanchard la chitarra acustica magicamente inserita nelle composizioni e ottimamente suonata da Lionel Lueke e soprattutto una portentosa ritmica capace di dare un sostegno non solo classicamente jazzistico, ma spesso puramente “afro” e talvolta modernamente “tribale”, composta da Derrick Hodge al basso e da Kendrick Scott alla batteria.

Terence Blanchard in concerto il 20 novembre al Barbican Centre di Londra in occasione del London Jazz Festival 2015

02

Terence Blanchard’s E-Collective + Jacob Collier

LONDON Barbican
Silk Street
London
EC2Y 8DS

I biglietti partono da £ 10 e si possono acquistare sul sito ufficiale
http://www.efglondonjazzfestival.org.uk/events/info/the-terence-blanchard-e-collective