Vogue UK compie 100 anni

0

06

“E’ tutto!” potrebbe iniziare così il nostro viaggio sulla scia della celebre battuta del film “Il Diavolo veste Prada” per celebrare una delle riviste di moda più importanti del mondo. Vogue UK, edizione britannica di Vogue USA, celebra i suoi primi cent’anni con una mostra alla National Portrait Gallery, dal nome : “ Vogue 100: A Century of Style’. Si celebrerà l’immaginario iconografico degli ultimi cento anni immortalati attraverso le pagine della nota rivista. Saranno 280 le stampe provenienti dall’archivio di Condé Nast (casa editrice della rivista) e da collezioni internazionali che saranno mostrate al pubblico per la prima volta in assoluto. Suddivisa in decadi, l’esibizione si propone di esplorare e tracciare la storia di British Vogue come precursore di tendenze in fatto di moda, design e di movimenti sociali.

09

Lavoro raffinato quello dei tantissimi fotografi che hanno contribuito al successo della rivista: da Cecil Beaton, Lee Miller, Irving Penn and Snowdon fino ai più contemporanei come David Bailey, Corinne Day, Patrick Demarchelier, Nick Knight, Herb Ritts, Mario Testino, Tim Walker and Albert Watson, ritraendo le icone del momento. Fotografi e modelle, comunque, non saranno le uniche star. “Vogue 100”, infatti, include anche personalità che sono diventate simbolo di un era nel panorama culturale, da pittori a scultori, a celebrità fino ai più famosi designers: dal pittore Henri Matisse a Francis Bacon, Lucian Freud e Damien Hirst; da Marlene Dietrich a Gwyneth Paltrow; da Lady Diana Cooper a Lady Diana Spencer; da Fred Astaire a David Beckham; da Dior a Saint Laurent e McQueen.

08

British Vogue venne fondato nel 1916 quando, a causa della prima guerra mondiale, le spedizioni via mare dell’edizione americana della rivista vennero bloccate. Da qui, Condé Nast, autorizzò la creazione della versione britannica che si rivelò un successo immediato e che nel corso delle diverse epoche si fece da testimone dei diversi mutamenti sociali ed economici della Gran Bretagna. Un periodo molto importante per la moda e l’immagine, dovuta soprattutto alla rinascita della Gran Bretagna, con la sua capitale economica Londinese. Un periodo denominato: Swinging London, che insieme all’austerità e l’ottimismo immediatamente dopo la guerra e all’esplosione degli anni sessanta, fecero di Londra la capitale della moda e non solo.

La rivista però oltre ai grandi successi,  è stata anche molto criticata, quando “British Vogue” pubblicò una foto di Kate Moss in mutande all’età di soli 19 anni, fu accusata di essere una “rivista pornografica”. Le immagini controverse furono scattate dalla fotografa Corinne Day nel 1993 e riprendevano l’esile top model spalmata contro il muro di una camera da letto, con indosso solo una canottieriera rosa e un paio di slip di pizzo. Altro esempio di scandalo fu  Claudia Schiffer a cavallo di una moto con indosso una sottoveste di pizzo e giacca nera, (Herb Ritts, 1989).

04

Vogue nel corso del tempo però è cambiata, non solo nell’immagine ma nei “soggetti “ da immortalare, infatti dopo le top model, arriveremo ai ritratti di attrici, da Marlene Dietrich a Gwyneth Paltrow, ai cantanti, come Fred Astaire, o agli sportivi, come David Beckham, ricordandoci che la rivista non si limita alla moda ma si riversa sulle tendenze culturali anche ben lontane dalla passerella.

 

“Siamo estremamente grati ad Alexandra Shulman e al suo team per averci regalato questo accesso senza precedenti ai tesori dell’archivio Condé Nast e per averci permesso di ospitare una panoramica incredibile e mai vista prima di questa fondamentale istituzione britannica”, racconta Nicholas Cullinan, il direttore della National Portrait Gallery.

03

Alexandra Shulman, caporedattrice di British Vogue dal 1992, ha dichiarato: “Vogue 100: A Century of Style” sarà una pietra miliare nella storia della rivista fotografia” e conclude dicendo :“Sono incredibilmente orgogliosa di questa raccolta eccezionale di fotografie e di come sarà strutturata la mostra presso la National Portrait Gallery, che è un posto meraviglioso. Chiunque fosse interessato alla fotografia e alla moda, la troverà un’esperienza imperdibile”.

 

La mostra, curata da Robin Muir, un editor di British Vogue, sarà inaugurata l’11 febbraio 2016.

VOGUE 100: A CENTURY OF STYLE

11 February – 22 May 2016, National Portrait Gallery, London