Years&Years band londinese

0

Years&Years la band londinese che sta scalando tutte le classifiche

 

Età media 25 anni. Origini britanniche, australiane, turche e olandesi. Un mix. Uno stile indefinito, tra pop, dance, soul e una voce poderosa. Così la band più promettente d’Inghilterra, vincitrice del BBC Sound 2015, rischia di conquistare il mondo. “Vogliamo essere popolari ma durare nel tempo. Non come le schifezze di X Factor”hanno detto in conferenza stampa.

Years & Years band londinese

Parliamo dei trio più famoso di tutta l’Inghilterra: Gli Years & Years.
Un inglese, un turco e un australiano entrano in uno studio di registrazione. Il primo canta, il secondo fa magie con il computer e il terzo suona il basso. Il risultato non è una barzelletta cliché ma la band dell’anno: Years & Years, vincitori del BBC Sound 2015 (già andato a Sam Smith, Adele, Ellie Goulding), primi in classifica in Gran Bretagna con il singolo King (che impazza anche nelle nostre radio) e pronti con il loro nuovo Communion, in uscita il 10 luglio. I critici musicali inglesi scommettono su di loro e sul loro sound anticonformista. Una miscela di elettropop, r&b, house anni Novanta. Ritmi tutti da ballare che fanno a pugni con testi tristi e malinconici su relazioni amorose finite male. Si affrontano anche molto spesso temi quali la depressione e l’omosessualità. Anche per questo la band è molto amata. I testi non sono mai superficiali o banale, ma sottolineano tematiche importanti e moderne. Quello che davvero li differenzia da un qualsiasi gruppo dance è la voce poderosa di Olly Alexander, ex attore, nato nello Yorkshire 24 anni fa. Cristallina, piena di soul e di emozioni. Alle spalle ci sono il basso e le tastiere di Mikey Goldsworthy, 26 anni, australiano con mamma di Manchester e padre di Boston, e i sintetizzatori di Emre Turkmen, nato in Olanda, cresciuto in Turchia e ora, come gli altri due, cittadino londinese.

years and years Londra
Ecco cosa hanno detto durante una conferenza stampa:
Siete di tre nazionalità diverse. All’inizio questo è stato una barriera?
“È semplicemente successo. Ci consideriamo tutti londinesi e siamo un riflesso della città che è piena di gente proveniente da tutto il mondo. È cool. Non credo che abbia fatto differenza per la nostra musica”.

Che significato ha il nome Years & Years?
“Mi spiace ma devo deluderti. Non significa niente. Ci siamo ritrovati a tre giorni dal nostro primo concerto di sempre e non avevamo un nome. Mikey e io ne cercavamo uno disperatamente, controllando su Google che non esistesse già. Poi io ho sparato Years & Years, mi piaceva la ripetizione. Olly non c’era, ma abbiamo deciso noi. Lui lo odiava! Ma adesso ha cambiato idea”.

È vero che vi siete conosciuti online?
“Sì. Mikey aveva messo un annuncio per cercare un chitarrista e ha trovato me”. E poi è arrivato Olly. Grazie a un’audizione sotto la doccia. Mikey era a casa di Olly per un party, ma allora non si conoscevano, avevano solo un amico in comune. A festa finita Mikey era troppo ubriaco per tornare a casa e ha dormito lì. Al mattino ha sentito Olly cantare sotto la doccia e lo ha invitato a entrare nella band. E pensare che la sera prima Olly si era offerto di farne parte e lui gli aveva detto di no! Ventiquattro ore dopo abbiamo scritto la nostra prima canzone insieme”.

giovane band londinese Years and Years

La notorietà arriva a gennaio 2015 grazie a Katy Perry e Zane Lowe, che spingono il loro singolo King – quello che fa “And oh, oh, oh I was a king under your control” – alla conquista delle radio di tutto il mondo.
Il brano, certificato disco di platino in Italia, raggiunge la quota di 170 milioni di streaming su Spotify, mentre il video supera i 100 milioni di visualizzazioni su YouTube.
Nello stesso anno il trio proveniente da Londra vince il BBC Sound 2015 e viene nominato per i Critics Choice Award ai Brit Awards 2015. Dal vivo presenta i pezzi del disco d’esordio Communion, pubblicato lo scorso luglio per l’etichetta Polydor, più alcune cover come Toxic di Britney Spears.

Arena, Wembley, Arena Square, Londra
Data: 8 Aprile 2016