L’evoluzione del maschilismo

0

Il Concetto di Maschilismo nella storia, in mostra  a Londra


La tragedia del maschilismo è che un uomo non è mai del tutto uomo.

Germaine Greer, The Madwoman’s Underclothes, 1990

Il maschilismo è l’atteggiamento di chi ritiene che esista una superiorità biologica, psicologica e intellettuale del genere maschile su quello femminile, superiorità che giustificherebbe la posizione di privilegio occupata storicamente dagli uomini nella società e, di conseguenza, il ruolo subalterno delle donne.
Il termine “maschilismo” non va confuso con quello di “machismo“, che indica un’esagerata e ridicola esibizione di virilità, basata sull’idea che il maschio sia superiore alla femmina.
Altro termine il cui significato è in parte simile a quello di maschilismo, ma usato per lo più in tono polemico o scherzoso, è quello di “fallocrazia“, che indica la posizione di predominio e di privilegio dell’uomo rispetto alla donna, in quanto “portatore” degli attributi maschili, ritenuti superiori a quelli femminili.

“Il maschilismo è ancora tra noi. Potente e obsoleto, irritante e capitale, continua a condizionare la nostra vita collettiva. Quali sono i processi psicologici e sociali che sorreggono il fenomeno, frenano il cambiamento e limitano la creatività sociale di uomini e donne, ancora spesso costretti in ruoli stereotipati? ”
Come si legge in: Psicosociologia del maschilismo di Chiara Volpato dove si analizza i meccanismi che regolano il potere maschile e la subordinazione femminile nel mondo del lavoro, della politica e dei media, attraverso dati di ricerca ed esempi tratti dalla vita quotidiana dei paesi occidentali. Al centro è l’Italia, divenuta nell’ultimo ventennio, per un singolare intreccio di ritardi e regressioni, laboratorio di sperimentazione di un nuovo sessismo.

Un concetto quello dell’uomo “superiore” che affonda le sue radici in un lungo passato, emarginando sempre di più la donna, considerata di seconda specie nella società. Oggi la situazione è cambiata, ma la si nota nelle diverse società e soprattutto a seconda dei casi. Viviamo in una società prettamente maschile che ha spinto molto le donne ad essere molto più indipendenti e più aggressive. Il motivo? Essere considerate alla pari dell’uomo. Ma se la donna cambia, diventa più forte l’uomo diventa più “delicato” il motivo? Il concetto di Macho si è un pò perso nel corso degli anni, l’immagine dell’uomo che “deve puzzare” è svanita o almeno non è così presente come in passato. L’uomo in questa società è costretto a lavorare sul suo corpo e sulla sua bellezza tanto quanto la donna. La bellezza estetica sembra così essere l’unica meta da raggiungere.

Possiamo ancora parlare di Macho oggi? 

Friday Late Spectacular: Macho?
An exploration of the complexity of masculinity.
Wellcome Collection, 183 Euston Road, Londra

Iscriviti alla Newsletter di londonita

Riceverai la Guida di Natale a Londra; Imperdibile!!!!

stai accettando le condizioni privacy prevista dall'art.13, D. Lgs. 196/2003
leggi la normativa