Londra avrà la Superstrada della bicicletta più grande d’Europa: 33 chilometri nel cuore della capitale

0

E’ stata definita una vera e propria rivoluzione per la città di Londra. Ma fino a qualche giorno fa era una rivoluzione solo su carta. Ora invece diventa realtà: Londra si appresta a ospitare la pista ciclabile più grande d’Europa, pronta ad attraversare la capitale inglese dal nord al sud, dell’est all’ovest, per un totale di 21 miglia, ossia 33 chilometri.

Parliament Square low res (final approved 08.07.14)

Il progetto della Crossrail Cycle Superhighway nella zona di Westminster

Il progetto era stato definito da tempo, con tutti i dettagli tecnici del caso, mancava solo l’ok definitivo da parte dell’attuale sindaco Boris Johnson e soprattutto il finanziamento da stanziare. Entrambi sono arrivati nel corso dei giorni che hanno preceduto il weekend appena trascorso e ora si può finalmente cerchiare di rosso una data sul calendario per l’inizio dei lavori: aprile 2016.

Proprio in quel periodo si potranno iniziare a vedere i primi metri della nuova e innovativa Crossrail Cycle Superhighway, ossia la superstrada dedicata esclusivamente alle biciclette, che costerà circa 931 milioni di sterline, poco più di 1 miliardo e 200 milioni di euro. Una struttura che in parte viaggerà in parallelo con l’attuale rete stradale, ma non si accavallerà mai. Con propri sistemi di gestione dell’attraversamento pedonale e di sicurezza. Se si potesse vederla dall’alto, apparirebbe proprio come una croce che passando per il centro, nella zona di Southbank tra i ponti di Waterloo Bridge e Blackfriars, si diramerà poi verso destra e sinistra, verso l’alto e il basso.

L’esigenza di una superstrada della bicicletta è nata già qualche anno quando i dati parlavano di un calo del traffico automobilistico a favore di un aumento di quello ciclabile, in termini numerici meno 25% per le auto, e il 25% di tutto il traffico in centro all’ora di punta generato invece dalle biciclette. Se non fosse, però, che la capitale inglese tranne che per sporadici tratti, non è predisposta a garantire sicurezza e scorrevolezza al passaggio delle dueruote.

Così si è deciso di studiare un sistema che potesse amalgamarsi con l’esistente sistema stradale senza impattare troppo sul resto della città. Come dire, senza costruire ulteriori lingue di asfalto quando già c’erano quelle dedicate ai mezzi a motore. Tanto che per una parte del suo tragitto, la Crossrail Cycle Superhighway affiancherà il sinuoso Tamigi rendendo di fatto anche piacevole, nonché propedeutico per la salute del proprio corpo, andare e tornare dal luogo di lavoro in sella a una bicicletta.

Blackfriars Jnct high res (final approved 03.07.14)

Il progetto della Crossrail Cycle Superhighway nella zona di Blackfriars

Iscriviti alla Newsletter di londonita

Riceverai la Guida di Natale a Londra; Imperdibile!!!!

stai accettando le condizioni privacy prevista dall'art.13, D. Lgs. 196/2003
leggi la normativa