Charlie Chaplin

0

Personaggi famosi nati a LondraCharles Spencer Chaplin, conosciuto come Charlie Chaplin.

E’ un grande attore, regista, sceneggiatore, compositore e produttore della Gran Bretagna.

La vita di Charlie Chaplin:

E’ nato a Walworth, un Borough nel sud est di Londra, il 16 aprile del 1889.

Il personaggio che si riscontra nella maggior parte delle sue sceneggiature è quello del “vagabondo”, in inglese The Tramp, Charlot in Italia, Francia e Spagna..

Charlie Chaplin e’ un omino manieroso e gentiluomo, vestito con una stretta giacchetta, al contrario di pantaloni e scarpe che sono più grandi della sua misura. Completa la “mise” una bombetta e un bastone da passeggio in bambù. Nel suo viso spiccano i baffetti. Egli procede ondeggiando.

Diventa da subito molto amato soprattutto dalle classi sociali più disagiate anche proprio per quel senso di malinconia che emana dal suo personaggio.

Ci dovrebbe essere una lettera che parla della sua nascita in un campo di zingari accampati vicino a Birmingham.

Il padre Charles Chaplin Senior è una persona meschina che lavora nel teatro di varietà e gli piace l’alcool. La madre Hannah è una cantante.

Il loro matrimonio si conclude a causa della madre che tradisce il marito con un cantante quando Charles ha compiuto appena un anno e il fratello Sydney cinque anni.

I bimbi vanno a vivere con la madre che pecepisce dieci scellini per il loro mantenimento.

Tuttavia Charles e Sydney, causa le precarie condizioni finanziarie della famiglia, conoscono l’orfanotrofio.

Il padre muore quando Charlie ha dodici anni. La madre, sofferente di turbe mentali, viene ricoverata. Morirà nel 1928 in California.

Charlie Chaplin imparerà dalla madre l’arte del canto e della recitazione e calcherà il palcoscenico assieme a lei quando ha appena cinque anni.

Quando Hannah verrà fischiata e costretta ad abbandonare la scena, sarà il figlioletto a sostituirla, cantando una canzone popolare dell’epoca e ottenendo un discreto successo.

Nel 1898 Charlie Chaplin si trasferisce a Manchester e frequenta la scuola per tre anni. Dopo di che saranno le conoscenze del padre che lo faranno entrare a far parte di una vera compagnia, composta tutta di “enfants prodige”.

Nel 1900, ad appena undici anni, reciterà nel ruolo comico di un gatto nella pantomima “Cinderella” (Cenerentola).

Quando il fratello Sydney si imbarca su una nave come trombettiere, il ménage familiare ricade tutto sulle spalle di Charles anche perchè la madre verrà ricoverata per depressione causata dalla denutrizione.

Nel 1903 Charlie Chaplin, dopo la prima recensione favorevole sui giornali circa un piccolo lavoro, ottiene il primo ruolo fisso in teatro ossia quello dello strillone Billy in Sherlock Holmes.

Nel frattempo il fratello torna a Londra e si mette anche lui a lavorare in teatro.

I due fanno dimettere la madre dall’ospedale. Poco dopo però una sua ricaduta ne determina il ricovero definitivo.

Negli anni 1906-1907 Chaplin ha la possibilità di lavorare nel circo e conoscere il mondo circense.

Entra a far parte della compagnia di Fred Karno, dove già lavora il fratello il quale studierà le pantomime da far interpretare a Charlie.

Intanto questi impara l’arte di esprimersi senza parole e assieme a Stanley Jefferson, conosciuto come Stan Laurel, saranno gli attori più apprezzati della compagnia.

A Chaplin piace anche il podismo.

La compagnia Di Karno inizia le tournée all’estero: prima a Parigi e poi negli Stati Uniti con un atto unico di pantomima e danza in cui Chaplin è il primo comico.

Se la prima esperienza americana non è delle migliori, la compagnia vi fa ritorno e questa volta il successo è strepitoso grazie appunto a Chaplin.

Nel 1913 la casa cinematografica Keystone gli fa un contratto di 175 dollari la settimana: è il suo primo contratto con una casa cinematografica.

E’ l‘inizio della strepitosa carriera di Charlie Chaplin nel cinema.

L’esordio avviene con il cortometraggio “Per guadagnarsi la vita” e a seguire ben altri trentacinque, tutti con la californiana Keystone.

Sono gli anni che vanno dal 1914 al 1919.

Chaplin, specialista della pantomima, trasmette al pubblico, con la sua espressione facciale, molte emozioni e dimostra di essere padrone del suo personaggio.

“Charlot si distingue” è il cortometraggio in cui si presenta come Charlot.

Nel 1915 è a Chicago dove lavora per la Essanay con un contratto di 1.250 dollari la settimana.

Approda poi alla Mutual Films, da vero grande attore, dove interpreta diversi personaggi.

Nel 1916 il suo cachet è di 600.000 dollari l’anno.

Chaplin scrittura una diciannovenne di nome Edna Purviance con la quale avrà una relazione e alla quale sarà legato poi come amicizia e le corrisponderà uno stipendio fino alla sua morte per alcolismo.

Con la Mutual Films realizza una dozzina di film.

Chaplin ha una memoria ferrea, non ha bisogno di scrivere le sue gag e riesce a spiegarle agli attori sul set poco per volta.

Nel 1918, con il fratello Sydney suo procuratore, si mette in proprio e passa alla First National con cui interpreta dieci film. Il suo ingaggio è di un milione di dollari, cifra mai raggiunta prima da nessun attore.

Nel 1919 Chaplin, assieme ad alcuni colleghi, fonda la “United Artists Corporation”.

Da quel momento si prenderà cura personalmente della sua produzione cinematografica.

Il matrimonio riparatore con la diciassettenne Mildred Harris non sarà felice e la nascita di un figlio deforme che muore subito dopo gli procurerà gravi preoccupazioni. Il matrimoniio finirà nel divorzio.

I grandi capolavori di Charlie Chaplin:

Dal 1923 al 1952 Chaplin lavorerà sempre con la United Artists Corporation e girerà otto film, i più famosi della sua carriera..

Nel 1923 la “La donna di Parigi” è un film in cui l’attore non compare come interprete e non ha molto successo, anche se apprezzato dalla critica.

“La febbre dell’oro” è del 1925 ed è considerato uno dei suoi film migliori.

“Il Circo” è del 1928, l’anno del suo secondo divorzio.

Nel 1927 il cinema muto diventerà sonoro e Chaplin, pur rimanendo spiazzato, continuirà a presentare il suo tipico personaggio.

Nel 1929 Chaplin riceve il suo primo Oscar alla carriera e sarà ancora oggi il più giovane regista ad ottenere tale premio.

Nel 1929 il sonoro ha ormai sostituito il muto. Tuttavia Chaplin tenta ancora di proporre la sua pantomima.

Nel 1931 l’attore girerà “Luci della città”, un film sempre muto però accompagnato dalla musica con la prima donna Virginia Cherrill. Una scena del film verrà ripetuta diverse volte fino a quando Chaplin non ne sarà pienamente soddisfatto.

Sempre nel 1931 Chaplin riceverà la Legione d’onore francese.

E sempre in quell’anno girerà come attore e regista “Tempi moderni”, ancora un capolavoro del cinema muto e ultimo film in cui compare come Charlot.

Nel 1936 sposerà la famosa attrice Paulette Goddard all’epoca poco nota, che aveva lavorato in “Tempi moderni”.

Il primo film di Chaplin, completamente sonoro, viene girato nel 1940 ed è “Il grande dittatore” in cui l’attore interpreta due personaggi: quello del dittatore ispirato a Hitler e quello di un barbiere ebreo perseguitato dai nazisti.

Nonostante le apparenze il film è comico e verrà distribuito negli Stati Uniti poco prima della seconda guerra mondiale.

E’ una sfida a Hitler, suo coetaneo. La sua imitazione è perfetta. Da ricordare una scena veramente esilarante in cui il dittatore danza con un mappamondo accompagnato dalla musica di Wagner.

Contemporaneamente il rapporto sentimentale con la sua terza moglie Paulette Goddard, splendida protagonista del film, finirà nel divorzio.

La notizia della morte del suo migliore amico, Douglas Fairbanks, che lo raggiunge durante la lavorazione del film, lo lascia sconvolto, tanto che sospenderà la sua attività cinematografica per sette anni .

Nel 1946 sposa Oona O’Neill. Metteranno al mondo otto figli, tre nati negli Stati Uniti e cinque in Svizzera.

Nel 1947 esce “Monsieur Verdoux” che si ispira alla storia di Landru, soggetto di Orson Welles.

Chaplin non ha mai dichiarato le sue idee politiche.

Tuttavia in alcuni suoi film, ad esempio “Tempi moderni”, tratta della vita disagiata dei lavoratori, dei poveri, di coloro che sono emarginati ed evidenzia al riguardo le contraddizioni della società americana.

Pur vivendo da tanti anni negli Stati Uniti non ha mai chiesto la cittadinanza americana anche se ha sempre pagato le tasse in quello stato.

Con l’uscita di “Monsieur Verdoux” viene accusato pubblicamente di filocomunismo.

Nel 1949 è il senatore americano Mc Carthy a puntare il dito contro di lui.

Chaplin, di fronte a quelle accuse, si dice stanco di dover ribadire sempre che quelle accuse non hanno fondamento.

Nel 1951 gira il suo ultimo film prodotto negli Stati Uniti: “Luci della ribalta”, praticamente un film di addio…

Nel 1952 Chaplin e la sua famiglia si imbarcano per una vacanza in Europa. Durante il viaggio il ministro della giustizia americano dispone con un decreto che a Chaplin, come cittadino inglese, non è permesso di rientrare in America. Dovrà convincere i funzionari dell’immigrazione che egli è persona idonea al riguardo.

A questo punto Chaplin decide di stabilirsi in Europa e precisamente in Svizzera.

“Un re a New York” viene girato nel 1957 dove recita assieme al figlio Michael.

Nel 1964 scrive un’autobiografia.

Nel 1966 produce l ‘ultimo film da regista, “La contessa di Hong Kong”, l’unico a colori, dove compaiono due grandi attori del cinema mondiale: Marlon Brando e Sophia Loren.

Produrrà nella versione sonora alcuni suoi capolavori del muto.

Nel 1972 ritornerà negli Stati Uniti per ritirare il secondo Oscar dedicato alla carriera.

Riceverà una lunga ovazione.

Nel 1973 ancora un Oscar per la migliore colonna sonora del film “Luci della ribalta”.

Nel 1975, superate dalla parte politica inglese nonchè dalla corona le presunte sue simpatie comuniste, Chaplin viene nominato Cavaliere di Sua Maestà direttamente dalla regina Elisabetta II d’Inghilterra.

Chaplin Chaplin morirà in Svizzera il giorno di Natale del 1977. Il suo corpo tre mesi dopo verrà trafugato per estorsione, ma la moglie non pagherà alcun denaro e il corpo verrà ritrovato.

Numerosi sono i doppiatori italiani dei suoi film.

Hollywood lo ha classificato al decimo posto tra i 25 migliori attori più famosi della storia del cinema.

Leave A Reply

Iscriviti alla Newsletter di Londonita

Scarica le Nostre GUIDE IN OMAGGIO, rimani aggiornato. ricevi i nostri regali, le nostre offerte e promozioni

Leggi Normativa Privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679
NORMATIVA PRIVACY

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi