John Milton

0

John Milton è un poeta e scrittore della Gran Bretagna.

E’ considerato uno dei migliori e più apprezzati letterati inglesi del periodo successivo a quello di Shakespeare.

La vita di  John Milton:

E’ nato a Londra nel dicembre del 1608 e deceduto a Londra nel novembre del 1674.

Cresce in un ambiente ispirato a rigido moralismo.

Vive con il padre per alcuni anni nel Buckinghamshire.

John Milton ha l’opportunità di studiare le lingue classiche, il francese e soprattutto l’italiano, che in seguito approfondirà su testi del Bembo, di Dante, Petrarca e Tasso, venendo in Italia nel 1638-39.

Sarà anche in Francia.

Consegue la laurea nel Christ’s College di Cambridge.

Prova poi un senso di scontentezza nei riguardi del clero anglicano.

Il forte interesse per la poesia gli impone di rinunciare agli ordini sacri.

La sua dimora abituale è Londra, dove si dedica all’insegnamento e a scrivere trattati politici e religiosi.

John Milton durante la guerra civile è seguace di Cromwell, che appoggia con i suoi scritti. Pertanto verrà nominato segretario degli Affari Esteri.

Scriverà alcuni libri polemici in difesa del puritanesimo: nel 1643 “Dottrina e disciplina del divorzio”; “Aeropagitica, discorso per la libertà di stampa dalla censura”; “Sull’istruzione” del 1644 e sull’opportunità della condanna a morte di CarloI (“Defensio pro populo anglicano”) del 1651.

Nel 1652 diventerà cieco e costretto a ricorrere all’aiuto di un segretario.

Nel 1660 in Inghilterra verrà restaurata la monarchia e Milton sarà incarcerato, anche se per poco tempo, perchè seguace di Cromwell.

Si ritirerà quindi dalla vita pubblica per dedicarsi alle sue opere principali.

Il “Paradiso perduto” è del 1667 e il “Paradiso riguadagnato” è del 1671. Sono entrambi poemi epici in endecasillabi non rimati. Trattano della caduta dell’uomo e della sua possibilità di riscatto, seguendo l’esempio di Cristo nella vittoria contro le tentazioni di Satana.

John Milton nel 1671 scrive la tragedia, sempre a sfondo biblico, “Sansone agonista”.

Le opere giovanili, di carattere accademico, sono l’ode “Sulla mattina della natività di Cristo” (1629); i poemetti filosofici come “L’allegro e il pensieroso” del 1631, il poemetto pastorale “Comus” del 1634 e l’elegia “Licida” del 1637, in memoria di uno studente di Cambridge, in cui affronta il problema della morte giovanile che spezza tutti i desideri, le aspirazioni, i programmi…

Nei libelli che lo rendono famoso, scritti tra il 1640 e il 1660, si rivolge contro l’istituzione episcopale e auspica un ritorno dello spirito della Riforma.

Gli ultimi suoi scritti sono di carattere teologico.

In “De doctrina christiana” afferma che gli insegnamenti e le usanze della Chiesa Cattolica Romana e delle Chiese Protestanti non rispecchiano le Sacre Scritture. Egli si serve con rispetto del nome di Dio, parlandone liberamente.

Ricuserà la dottrina calvinistica della predestinazione, valorizzando il libero arbitrio.

John Milton dirà che Cristo, il figlio di Dio, è subordinato a Dio Padre.

Poichè le sue spiegazioni delle Sacre Scritture si dimostreranno in totale disaccordo con l’insegnamento ufficiale della Chiesa, “De doctrina christiana” non approderà alla pubblicazione se non dopo centocinquant’anni.

Infatti soltanto nel 1823 il re Giorgio IV ordinerà la traduzione dal latino dell’opera per renderla pubblica.

Quando sarà tradotta in inglese, susciterà infinite polemiche negli ambienti teologici e si dirà che si tratta di un falso, anche se verranno messi in luce molti paralleli tra l’opera in questione, ossia il “De doctrina christiana”, e il “Paradiso perduto”…

Milton ha saputo svolgere molto bene la sua vita di scrittore correlandola con quella di diplomatico. Grazie a Cromwell, le sue idee sono state appoggiate e rese note.

John Milton e’ riconosciuto come il poeta più rappresentativo dell’epoca, un illustre personaggio che ha saputo racchiudere in sè, e quindi evidenziare, il meglio del vero e perfetto moralista.

Leave A Reply

Iscriviti alla Newsletter di Londonita

Scarica le Nostre GUIDE IN OMAGGIO, rimani aggiornato. ricevi i nostri regali, le nostre offerte e promozioni

Leggi Normativa Privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679
NORMATIVA PRIVACY

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi