“Behind the Mask”: le stelle del cinema e la loro anima “mortale” alla Somerset House

0
© A.Allocca

© A.Allocca

Stavolta sono loro a osservarti. Ti scrutano, ti analizzano, come se volessero sapere tutto di te. Perché, stavolta, i ruoli sono invertiti: loro fuori dalla scena, tu invece sul palco, sotto le luci di chi deve dire o fare qualcosa per ricevere i consensi, o anche no, del pubblico. Come è toccato a loro, per decine e decine di volte nella carriera. I “loro” in questione sono Lauren Bacall, Jeff Bridges, Daniel Day-Lewis, Al Pacino, John Hurt, Sidney Poitier, Tilda Swinton, Brad Pitt, Dustin Hoffman, Robert De Niro, Tony Curtis, Judi Dench e molti altri ancora che hanno tutti in comune una cosa: sono stati nominati o sono stati vincitori di un premio “BAFTA” (British Academy of Film and Television Arts), ossia l’equivalente dell’Oscar per il cinema inglese.

I “loro” in questione, oltre cento, sono ora protagonisti della più grande esposizione fotografica a tema organizzata in occasione proprio della nuova edizione dei premi “Bafta” che verranno assegnati il prossimo 16 febbraio alla London’s Royal Opera House. “Behind the mask” questo il titolo dell’esposizione in corso fino al 7 febbraio alla Somerset House con ingresso gratuito; nelle stanze del neo-classico palazzo sono esposti i lavori di Andy Gotts, ormai celebre fotografo delle star di Hollywood che ha scelto la tecnica unica del primo piano bianco e nero per immortalare decine e decine di celebri volti del grande schermo… senza maschera.

© A.Allocca

© A.Allocca

Successivamente all’esposizione e durante l’assegnazione dei “Bafta”, parte di questi scatti unici verranno venduti a un prezzo di circa 5.000 sterline a pezzo per finanziare i progetti benefici portati avanti dall’organizzazione dei “Bafta”.

Dai celebri occhi di ghiaccio di Paul Newman alla bandiera a Stelle & Strisce che Tony Curtis si è dipinta sul volto, a un Brad Pitt molto stanco che si appoggia sulla parete, a Dustin Hoffman che si cela dietro alla camicia quasi vergognoso nel farsi osservare, passando per un terrificante Anthony Hopkins, a un giovanissimo Tom Hanks che ci riporta la mente al “suo” Philadelphia. E ancora lo sguardo innocente di Gwyneth Paltrow o quello pazzo di Heath Ledger, all’annoiata Helena Bonham Carter. Per ognuno di loro un’espressione che è davvero difficile da dimenticare soprattutto perché, stavolta, nessun regista gli ha chiesto di indossare qualche maschera, bensì di essere se stessi. E, forse, questa è la prima volta che si ha l’occasione di vedere face to face la loro anima “mortale”.

INFO www.andygotts.com – www.bafta.org

Alessandro Allocca – www.alessandroallocca.com

behind the mask Londrabehind the mask Londra

behind the mask Londra

behind the mask Londra

behind the mask londra

behind the mask Londra

behind the mask Londra

behind the mask Londra

Foto © A.Allocca

Leave A Reply

Iscriviti alla Newsletter di Londonita

Scarica le Nostre GUIDE IN OMAGGIO, rimani aggiornato. ricevi i nostri regali, le nostre offerte e promozioni

Leggi Normativa Privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679
NORMATIVA PRIVACY

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi