Dulwich Picture Gallery

0

La Dulwich Gallery probabilmente è una delle gallerie d’arte di Londra più trascurate dai grandi flussi turistici. Sembra che noi italiani visitiamo solo ciò che sta a stretto contatto con la metropolitana; il resto può attendere.

Dovete sapere che la Dulwich Gallery è la prima Galleria di Londra aperta al pubblico (prima quindi della National Gallery e della National Portrait Gallery). Ha dietro di sé una storia fantastica fatta di generosità, misericordia e amore per il prossimo.

Nella stessa posizione in cui oggi possiamo vedere la Galleria, dal 1127 al 1538, esisteva il maniero di Dulwich che apparteneva all’Abbazia di Bermondsey.  Edward Alleyn, un attore shakespeariano di successo, comprò il maniero nel 1605 e fondò il College of God’s Gift (Collegio del Dono di Dio) per fornire istruzione a “dodici studenti poveri” e case di cura per “sei poveri fratelli e sei povere sorelle “.

Edward Alleyn era l’attore preferito dalla Regina Elisabetta e uno dei più grandi attori del suo tempo. La sua ricchezza però è frutto di un matrimonio fortunato. Nel 1592 sposò Joan Woodward, figliastra del più grande direttore teatrale del XVI secolo, Philip Henslowe. Alleyn ereditò così gran parte delle sue ricchezze, tra cui i più famosi teatri dell’epoca, come il Rose Theatre a Bankside e il Fortune Theatre di St. Luke’s. Consapevole della grande fortuna che aveva avuto e appoggiato dalla moglie, Alleyn fondò, appunto, quello che poi sarebbe diventato il Dulwich College, regalando alloggio, assistenza e istruzione ai più bisognosi. La fondazione, ricostituita nel 1857 e di nuovo nel 1882, comprende ora tre scuole: il Dulwich College, la Alleyn’s School e la James’s Girls’s School.

Dulwich Picture Gallery

Dulwich Picture Gallery è uno dei migliori esempi di architettura di gallerie d’arte in Gran Bretagna. Fu progettata e costruita dall’architetto Sir John Soane in stile classicheggiante su richiesta personale del suo amico Sir Francis Bourgeois (abbiamo già parlato di Soane in diverse occasioni e in particolare per descrivere il Sir John Soane Museum, la sua casa museo). Sir Francis era a sua volta amico di Noel Desefans e di sua moglie, Margaret Morris. Noel era un apprezzato mercante d’arte e grande collezionista. Insieme a Francis Bourgeois, nel 1790, ha raccolto un’ importante collezione con l’intento di venderla al Re polacco, Stanislao Augustus. Poco più tardi, nel 1795, in seguito alla disgregazione della Polonia, il Re fu costretto ad abdicare e i due mercanti d’arte si ritrovarono tra le mani, invenduta, una collezione d’arte dal valore inestimabile. Cosa farne?  Tentarono di vendere i singoli pezzi ma gran parte della collezione rimase di loro proprietà fino alla morte di Desefans, nel 1809. Da tempo i due amici e soci, cercavano una’istituzione importante a cui lasciare le opere d’arte. D’accordo con la vedova di Desefans, Francis Bourgeois, donò la ricca collezione al Dulwich College con il vincolo di custodirla e di esporla al pubblico.

In cambio, all’interno della struttura, è stato costruito un bellissimo mausoleo dove riposano le spoglie di Desefans e Bougeois.

Nei secoli la galleria ha subito una serie di modifiche. Nel 1866 Charles Barry Jr aggiunse una lobby all’estremità sud della galleria (rimossa nel 1953), e nel 1884 gli ospizi furono trasformati in gallerie. Ulteriori sale furono aggiunte nel 1910 dall’architetto del college E.S. Hall.

La galleria, in seguito ai gravi danni subiti durante la Seconda guerra mondiale, venne quasi completamente ristrutturata.

La collezione di dipinti di Bourgeois e Desenfans riflette il gusto del loro tempo concentrandosi sulla pittura europea dei secoli XVII e XVIII. Sono rappresentati tutti i principali stili di pittura: italiano, spagnolo, francese, fiammingo e olandese. Tra gli altri, Rembrandt van Rijn, Peter Paul Rubens, Anthony van Dyck, Bartolomé Esteban Murillo, Nicolas Poussin, Claude Lorrain, Guercino, Giovanni Battista Tiepolo, Jean-Antoine Watteau, Canaletto; c’è poi una delle più straordinarie collezioni di paesaggi olandesi fuori dall’Olanda. La grande collezione di dipinti inglesi è invece, almeno in gran parte dovuta a due donazioni successive. Il gruppo di ritratti di famiglia di Linley fu donato nel 1835 e il Fairfax Murray Gift (anch’esso comprendente ritratti inglesi) nel 1911. Tutte le collezioni presentano opere di altissimo livello; spiccano a “Girl at a Window” di Rembrandt, “Elizabeth and Mary Linley” di Gainsborough, “The Flower Girl” e “Three Boys” di Murillo, “Venus, Mars and Cupid” di Rubens…

Costo biglietto:otto sterline per gli adulti

Orario apertura:
dalle 10.00 alle 17.00 dal martedì alla domenica
Lunedi Chiuso.

Indirizzo: Gallery Road, Dulwich SE21 7AD

Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter di Londonita

Scarica le Nostre GUIDE IN OMAGGIO, rimani aggiornato. ricevi i nostri regali, le nostre offerte e promozioni

Leggi Normativa Privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679
NORMATIVA PRIVACY

Questo sito utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Cliccando sul pulsante ACCETTO, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi