Marlene Kuntz in concerto a Londra

0

MARLENE KUNTZ 8 dicembre 2015 al Dingwalls di Londra

domande e testo di Francesco Bommartini (https://it.linkedin.com/in/francescobommartini)

I Marlene Kuntz sono uno dei gruppi alternative italici più riconosciuti e riconoscibili. Oltre alla pubblicazione di album epocali come Catartica e Ho ucciso paranoia, i Marlene Kuntz hanno duettato con Skin (Skunk Anansie) nel brano La canzone che scrivo per tehttps://www.youtube.com/watch?v=DMrYez93pEQ ). L’8 dicembre Cristiano Godano, Riccardo Tesio e Luca Bergia suoneranno al Dingwalls, nel cuore di Camden.

Dingwalls-CamdenTown-LondraIl locale, aperto nel 1973, è una vera e propria sala da concerti.

Acquista i biglietti per il concerto → http://dingwalls.seetickets.com/event/marlene-kuntz/dingwalls/924417

Ascolta “Panasonica” → https://open.spotify.com/album/2i4S03GoeCl9NcyONj7Vjg

L’intervista…

Marlene-Kuntz-3d3

 

 

 

 

 

 

Risponde Cristiano Godano

Quante volte avete suonato a Londra e cosa pensi della città?

Purtroppo una volta sola. Non certo per nostra volontà: è un dato di fatto che per i musicisti rock italiani è difficile “sdoganare credibilità”. Ed è in fondo ragionevole. Pensiamo sia ovviamente uno dei centri più clamorosi del mondo nel quale e attraverso il quale cibarsi di nuove energie e di qualsiasi novità in ambito artistico e di costume.

Attualmente siete in studio per lavorare ad un nuovo album. Cosa puoi anticiparci?

Siamo a metà dei lavori e siamo particolarmente convinti di avere per le mani un gran disco. L’entusiasmo che ne deriva ha molto a che fare, anche, con il fatto che siamo insieme da circa 25 anni, e crediamo sia prezioso e raro sapersi motivare continuamente come facciamo noi, con voglia sempre di dare il meglio di noi stessi in una atmosfera di reale complicità e lealtà.

Come hai vissuto e vivi la crisi discografica e l’avanzata dello streaming? Che tipo di preferenze hai a riguardo all’ascolto della musica?

Fin da quando la faccenda della musica on line è iniziata non abbiamo mai cavalcato l’onda dell’entusiasmo quasi ideologico che caratterizzava la maggior parte della gente (colleghi musicisti inclusi). Quando i Metallica dissero di non essere favorevoli a Napster tutti o quasi li presero per il culo: noi pensammo subito avessero semplicemente ragione. E’ evidente che al giorno d’oggi pensiamo sia conveniente guardare alle rete come a una opportunità e non come a un nemico da combattere, ma è solo perché è un nemico non battibile, per cui conviene scendere a patti. Io ascolto musica via youtube e acquisto musica su itunes. Non uso spotify, innanzitutto perché sono un po’…poco moderno, e poi perché ho la sensazione che “là dentro” quel mare magnum indistinto azzeri qualsiasi carisma che ancora si possa attribuire alla musica in quanto fatta da musicisti, individui con la loro singolare personalità.

Cosa pensi dell’attuale situazione musicale italiana e del cosiddetto movimento indipendente?

La musica in Italia ha la sua vivacità e ci sono molte band che provano a darsi da fare: a periodi alterni le cose sono molto ok altre volte meno. Non ci piace un granché l’attitudine del pubblico dell’underground, ma è un discorso lungo, che per spiegarlo a un inglese richiederebbe troppo tempo per arrivare a essere compreso.

Qual è il tuo album preferito dei Marlene Kuntz?

Personalmente non credo di avere una opinione netta: secondo la consueta metafora delle canzoni (e degli album) come propri figli mi sembra di essere affezionato a tutti per gli stessi identici motivi, ovvero che sono stati creati con la stessa dose di amore, perlomeno quella che ci potevamo concedere nel momento in cui li pensammo.

8 Dicembre 2015
MIDDLE YARD
CAMDEN LOCK
LONDON
NW1 8AB
Acquista i biglietti per il concerto → http://dingwalls.seetickets.com/event/marlene-kuntz/dingwalls/924417

Iscriviti alla Newsletter di londonita

Riceverai la Guida di Natale a Londra; Imperdibile!!!!

stai accettando le condizioni privacy prevista dall'art.13, D. Lgs. 196/2003
leggi la normativa