Venerdi 14 marzo, “Renzo Arbore l’Orchestra Italiana” a Londra al Barbican Centre

0

TIJ Events e Loy Productions sono orgogliosi di annunciare lo spettacolo “Renzo Arbore l’Orchestra Italiana” a Londra al Barbican Centre venerdì 14 marzo 2014. Una produzione GazeboGiallo Srl e Galileo Galilei Production Tv.

Renzo Arbore è l’artista-personaggio più eclettico e carismatico nel mondo dello spettacolo, della musica e dell’intrattenimento radiofonico-televisivo in Italia. Autore, conduttore e regista di programmi televisivi, showman, regista cinematografico, musicista-interprete, autore e compositore di canzoni, giornalista e critico musicale, inventore di nuovi generi, nonché infallibile scopritore di talenti (televisivi, musicali e cinematografici, uno per tutti: Roberto Benigni), a lui è riconosciuto il merito di aver creato uno stile e un linguaggio proprio, “arboriano”, per una radio/televisione “altra”, una radio/televisione “d’autore”, divertente e al tempo stessa intelligente, mirata al gradimento sincero da parte del pubblico.

Dopo differenti generi per la radio, la televisione e il cinema, ha dedicato questi ultimi 22 anni della sua carriera alla valorizzazione e al rilancio della Canzone Napoletana Classica in Italia e all’estero, fondando nel 1991 “L’Orchestra Italiana”, un originale ensemble di 15 musicisti, tutti grandi solisti del proprio strumento (chitarre, mandolini, fisarmonica, pianoforte, tamburi, tamburelli e voci). Arbore L’Orchestra Italiana riescono a riportare all’attenzione del grande pubblico, italiano ed estero, la melodia classica napoletana come musica di “oggi”, ancora viva e capace di esprimere le emozioni più intense e travolgenti. Impresa non facile nè scontata, semmai controtendenza, perchè la “Canzone Napoletana” era (vent’anni fa …) considerata da molti artisti e critici ”fuori moda”, espressione di una Napoli “che non c’era più” addirittura di una Napoli “da cartolina”, di una Napoli da “pizza e mandolino”. Riuscire a neutralizzare questo stereotipo angusto e far rivivere il “nuovo/antico” suono di Napoli con rinnovata emozione nonché ritrovata dignità nei grandi teatri d’Italia e del mondo, è stato il sogno di Arbore divenuto realtà. Dopo il debutto internazionale de “L’Orchestra Italiana” al prestigioso Montreux Jazz Festival (1991), in cui Renzo Arbore fu battezzato da Quincy Jones come “The new italian renaissance man” della musica e dello spirito creativo italiano, seguono centinaia di concerti nei principali teatri e piazze d’Italia e poi quelli indimenticabili al Radio City Music Hall, al Madison Square Garden ed alla Carnegie Hall di New York, alla Royal Albert Hall di Londra, all’Olympia di Parigi, sulla Piazza Rossa di Mosca (1996), e tanti altri ancora in Canada, Australia, Brasile, Giappone, Argentina, Venezuela, Tunisia, Spagna, Montecarlo, Malta , fino ad arrivare agli inizi del 2007 alla strepitosa accoglienza avuta in Cina nei teatri di Pechino, Shanghai, Hangzhou, Tianjin e Nainjin.

Con i primi tre dischi “Napoli. Punto e a capo.” (’92), ”Napoli. Due punti e a capo.” (’93) e “Napoli. Punto esclamativo!” (’95), la canzone napoletana classica raggiunge i vertici della hit parade per la prima volta nella storia della discografia. Ed intanto i giornali dal nord al sud d’Italia titolano: “E Napoli nobilissima torna a cantare”…”Arbore ricanta Napoli”… ”Arbore, il napoletano vuol riunire l’Italia”… ”Musica per una nuova immagine dell’Italia”…”Atto d’amore per Napoli ed il Sud”
Renzo Arbore è circondato da 15 talentuosi musicisti: “…all stars” come ama definirli egli stesso, tra i quali spiccano l’appassionato canto di Gianni Conte, la seducente voce di Barbara Buonaiuto, quella ironica di Mariano Caiano e gli acrobatici virtuosismi vocali e ritmici di Gegè Telesforo. E poi ancora : la direzione orchestrale e il pianoforte di Massimo Volpe, le chitarre di Michele Montefusco, Paolo Termini e Nicola Cantatore, la fisarmonica di Claudio Catalli, le percussioni di Peppe Sannino, la batteria di Roberto Ciscognetti, il basso di Massimo Cecchetti e, dulcis in fundo, gli struggenti e festosi mandolini di Nunzio Reina, Gennaro Petrone e Salvatore Esposito.  Portano in scena girandole di assoli strumentali e cori coinvolgenti, un’altalena di emozioni contrastanti che si sprigionano dal palco, sull’onda di melodie e suoni che evocano esotici scenari di albe e tramonti, di feste al sole e serenate notturne, di gioie e pene d’amore. E piano piano il pubblico di ogni dove condivide l’illusione di trovarsi proprio là nella terra da dove le emozioni sono partite, sotto il sole che le accende e le riscalda, nei profumi di una terra, la Campania, che si offre come luogo dove l’anima respira, si sveglia e si placa, piange e sorride, e di nuovo si riaddormenta felice, in attesa di un nuovo giorno da inventare.

Ti potrebbe interessare leggere anche: l`intervista a Renzo Arbore di A.Allocca

RENZO ARBORE L’ORCHESTRA ITALIANA si esibiranno al Barbican Centre di Londra venerdì 14 marzo.

Apertura porte: 7.00pm
Live: 8.00pm
Biglietti
£ 58 / £ 52 / £ 47,00 + diritti in prevendita
(stessi prezzi all’ingresso la sera dello spettacolo)
Prevendite:
http://www.barbican.org.uk/music/event-detail.asp?id=16084
www.gigantic.com
www.seetickets.com

LA VENUE:
BARBICAN CENTRE
Centre Silk Street, Londra, EC2Y 8DS
www.barbican .org.uk

Iscriviti alla Newsletter di londonita

Riceverai la Guida di Natale a Londra; Imperdibile!!!!

stai accettando le condizioni privacy prevista dall'art.13, D. Lgs. 196/2003
leggi la normativa